Salute & Benessere

Al via il Salus festival a Caltanissetta dal 29 novembre al 3 dicembre

Si apre il sipario sul “Salus Festival, il festival nazionale dell’educazione alla salute” giunto alla sua terza edizione. Cinque giorni dal 29 novembre al 3 dicembre tra convegni, seminari, laboratori e attività di carattere, scientifico, culturale, divulgativo e artistico per promuovere la cultura del benessere e della salute.

Un festival nato a Caltanissetta grazie all’idea lungimirante del Cefpas e cresciuto negli anni grazie al sostegno dell’Assessorato regionale alla Salute nell’ambito del piano regionale della prevenzione tanto da toccare quattro città siciliane (Trapani, Siracusa, Caltanissetta ed Agrigento) grazie al coinvolgimento di più attori. A sostenere l’organizzazione del Salus Festival in città:  Asp, Comune, VI commissione consiliare permanente “Sanità”, comitato consultivo dell’Asp, Ufficio scolastico provinciale, Consorzio universitario, Ordini professionali,  associazioni di volontariato e del terzo settore e Coni. 

Un ricco programma presentato questa mattina dagli organizzatori in conferenza stampa nell’aula “Michele Abbate” del padiglione 14 della cittadella del Cefpas.

“Il Salus Festival – ha affermato Angelo Lomaglio, direttore del Cefpas – è diventato un  modello preso ad esempio da altre realtà nazionali per contribuire alla promozione di una rivoluzione culturale che metta al centro la salute e il benessere della collettività. Siamo riusciti a costruire un progetto di educazione alla salute e di prevenzione che si sta concretizzando con iniziative di lungo periodo come ad esempio ‘Quartieri in salute’ che coinvolgerà la popolazione non solo nel periodo del Salus. Una modalità di confronto con la gente, i giovani, le scuole, i quartieri per migliorare  la vita delle persone”.

“È un modello virtuoso – ha dichiarato Carmelo Iacono, direttore generale dell’Asp – perché entrano in campo con una stessa azione le istituzioni presenti sul territorio comprese le espressioni della società civile e del volontariato. Un occasione per raggiungere la popolazione con un’informazione semplice e facilmente comprensibile su temi importanti quali quelli della salute che non poteva non vederci presenti”.

Testimonial della manifestazione: Mogol che aprirà il Salus il 29 novembre incontrando al Teatro Rosso di San Secondo i giovani, Alessandro Campagna CT della nazionale italiana di pallanuoto maschile, Totò Schillaci già giocatore della nazionale italiana, Giacomo Campiotti  regista della serie Tv “Braccialetti rossi” che incontrerà gli studenti il 2 dicembre all’Auditorium “G. Bufalino”.

“Un lavoro di rete – come ribadito dall’assessore Carlo Campione –  che ci vede tra gli attori coinvolti su un tema fondamentale qual è quello della salute e della prevenzione. Un Salus Festival che quest’anno diventa cittadino coinvolgendo i quartieri”.

“Quartieri in salute” è infatti l’iniziativa di prossimità promossa dalla VI commissione consiliare permanente “Salute” e realizzata grazie alla collaborazione dell’Asp per coinvolgere maggiormente la  popolazione nei processi di educazione alla salute e  di prevenzione,  in particolar modo le fasce più fragili nella zona Angeli e del centro storico. Per l’occasione l’Istituto comprensivo “Vittorio Emanuele”, grazie alla collaborazione del dirigente scolastico Mario Cassetti, si trasformerà in una cittadella della salute con banchetti informativi sul calendario vaccinale, sulla promozione degli screening e sulla donazione degli organi. Le aule saranno trasformate in ambulatori  dove si effettueranno, tranne il sabato e la domenica, visite gratuite senologiche, dermatologiche,  odontoiatriche, ortopediche, cardiologiche, pneumologiche, screening ecografico della tiroide, consulenze per il diabete adulto.  Vi sarà anche uno sportello psicologico a sostegno della genitorialità  consapevole, uno sportello per l’educazione alimentare e la valutazione della massa corporea, un punto di ascolto e orientamento ai servizi sanitari per stranieri oltre al  Cup (Centro unico prenotazioni). Saranno allestiti anche due banchetti  informativi dell’Inail e dell’Inps rivolti ai cittadini. Un’iniziativa che proseguirà anche dopo il Salus Festival toccando ben altri otto quartieri come annunciato in conferenza dal consigliere comunale Rino Bellavia.

“Insieme all’Asp – ha dichiarato Bellavia –  abbiamo realizzato anche la carta dei servizi socio sanitari, un opuscolo informativo di 60 pagine tradotto in inglese, arabo  e francese che racchiude tutti i servizi socio assistenziali presenti sul territorio e che sarà distribuito durante il Salus Festival, oltre ad essere on line con guide interattive per aiutare i cittadini ad avere informazioni utili”.

Tra i presenti in conferenza anche il presidente del consorzio Universitario Giuseppe Arnone che nello spirito della crescita culturale della città ha compartecipato all’organizzazione del Salus concedendo le aule del consorzio per convegni e seminari.

Nel suo intervento il direttore sanitario dell’Asp Marcella Santino ha ringraziato tutte gli attori coinvolti nel Salus Festival per l’impegno profuso nell’organizzazione.

“Un’iniziativa – ha affermato Marcella Santino – che contribuirà ad incrementare del 20% gli screening oltre a modificare le abitudini di vita della popolazione verso i coretti stili di vita. Un’opportunità per far conoscere i servizi presenti sul territorio, sensibilizzare la collettività alle vaccinazioni e sugli altri  temi che toccano da vicino la salute”

Alfabetizzazione sanitaria in età adulta; l’educazione alimentare e i sani stili di vita con riferimento al progetto regionale Fed, l’abuso e il maltrattamento sui minori; la fertilità e la procreazione responsabile ma anche percorsi formativi sulla genitorialità e sull’educazione affettiva nell’ambito della “Rete per la fertilità”; l’importanza delle vaccinazioni; screening e prevenzione delle patologie oncologiche, la prevenzione dell’ictus e opportunità di cure alcuni dei temi principali illustrati dal direttore della formazione del Cefpas Pier Sergio Caltabiano.

Attesa anche la terza edizione del “Salus Cine Festival” che si terrà l’1 e il 2 dicembre al teatro “Rosso di San Secondo” grazie alla collaborazione, tra gli altri, della Cineteca di Bologna.

“Ospite della manifestazione – come annunciato da Pier Sergio Caltabiano  –  Giacomo Campiotti regista della serie tv ‘Braccialetti rossi’ e del film ‘Bianca come il latte, rossa come il sangue’. Il Salus Cine Festival vedrà la proiezione di quattro lungometraggi e la premiazione del miglior cortometraggio in concorso sui temi della salute e del benessere”. Nella serata finale saranno presenti anche alcuni ragazzi dell’Istituto nazionale di tumori di Milano che presenteranno il video “Palle di Natale”

Tra gli eventi previsti per le serate del Salus Festival: lo spettacolo “La Musica in Salute” il 29 novembre e lo spettacolo teatrale “Salv_ami” il 30 novembre, entrambi al teatro Margherita.

Il Salus Festival di Caltanissetta si concluderà domenica 3 dicembre con una passeggiata e corsa della salute che prenderà il via al parco Dubini.

 

 

In alto