Cronaca

Arrestato ex dipendente dell’ospedale Garibaldi di Catania. Evitata la strage

CATANIA – Fermato dopo pochi giorni per aver messo a serio rischio la vita di numerose persone. È finito in manette Alessandro Ferrari, 47 anni, accusato di aver tentato di far esplodere del liquido infiammabile all’interno dell’ospedale Garibaldi di Catania.

L’uomo, ex dipendente dell’area informatica del nosocomio, avrebbe piazzato delle taniche di benzina in un’area contigua alla sala operatoria del reparto di chirurgia generale. Zona in cui ci sarebbero anche dei ricoverati.

Tra alcune ipotesi ci sarebbe quella della vendetta, anche se ancora da accertare, a causa del licenziamento.

La Squadra Mobile è giunta sul posto, lo scorso 9 luglio, dopo aver ricevuto la segnalazione. All’interno della stanza dei server si è notato subito un vetro infranto e un flacone di plastica di mezzo litro con liquido infiammabile con attaccato un filo elettrico, a sua volta collegato a un timer.
All’interno della stessa stanza, poi, sono stati trovati altri 15 contenitori e una bottiglia di un litro e mezzo con lo stesso liquido.

Fonte(Newsicilia)

In alto