"
Cronaca

Bastonato perchè rifiuta di pagare per andare in bagno, arrestato l’aguzzino

Arresto-dei-Carabinieri

I Carabinieri del Reparto Territoriale di Gela, facendo chiarezza su un caso che aveva profondamente allarmato la città, hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto B.I., 64 anni, rumeno, già noto alle forze dell‘ordine, per tentata estorsione aggravata e lesioni personali.

La vicenda era avvenuta lo scorso 5 marzo nella Villa Comunale della città del Golfo, allorquando un anziano di oltre 80 anni, mentre era intento ad accedere ai servizi igienici della Villa, si era trovato di fronte il reo che aveva cercato di imporgli, senza averne alcun titolo, di pagare per l’accesso ai bagni. L’anziano si era rifiutato di pagare scatenando l’ira del malvivente, che lo colpiva con un bastone  facendolo franare a terra e cagionando allo stesso lesioni per oltre 30 gg. Il figlio del ferito aveva poi allertato i militari dell’Arma che immediatamente si sono attivati, raccogliendo testimonianze e tentando di dare un nome ed un volto all’aggressore che si era dato a precipitosa fuga. L’ininterrotta e tenace attività dei militari dell’Arma ha portato dapprima all’identificazione e, nella giornata odierna, all’individuazione e fermo di indiziato di delitto dello stesso che, espletate le formalità di rito è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Gela a disposizione del Pubblico Ministero della Procura di Gela, in attesa di giudizio.

Ancora una volta la pronta risposta delle Forze dell’Ordine in sinergica azione con la cittadinanza ha permesso di garantire la sicurezza collettiva.

In alto