Eventi

Caltanissetta: 35000 persone in corso Umberto, questo il bilancio del 93100 Village 2017

Tony-Maganuco-2

Riceviamo:

“Per qual che mi riguarda la “triste ed inaspettata” vicenda dello smontaggio degli stand non offusca il successo del 93100 Caltanissetta village. Sono i numeri che contano e nel mini villaggio abbiamo avuto nei sedici giorni complessivi la presenza di circa 35.000 persone, con una media giornaliera di 2.000 persone al giorno e con picchi di circa 3.000 persone nei giorni di venerdì e sabato.

Una scommessa condivisa con l’amministrazione comunale che con il contributo di 17.500 euro lordi, pari a 14.344 netti ci ha permesso di pagare i cachet degli artisti. Una somma che non mi spiego come possa essere ritenuta scandalosa poichè basta fare una semplice divisione. 14.344 : 16 = 896 euro. Somma esigua per i “grandi nomi”, sufficiente però  per spettacoli di qualità, enorme per il Comune, viste le casse vuote che mi portano a ringraziare la giunta comunale per gli sforzi fatti e ricambiata da un calendario che ha fatto del mese di Luglio un periodo ricco di eventi per i cittadini, ospiti e turisti.20292587_10214486023131029_5214355954569750190_n  

Abbiamo  portato spettacoli di notevole qualità del panorama regionale: Dai Cammurria ai Babylon suite, dai Parimpampum agli ” Inside out the Pink Floyd”, per non parlare della serata, forse la più innovativa denominata Tiribalika, con 13 batterie suonanti. Allo show di Corrado Sillitti, al sopraffino sound dei Sesto Senso. Abbiamo riso con il teatro cabaret di Alessandra Falci e Michele Privitera, dei palermitani Treeunquarto. Abbiamo pensato anche ai bambini con tante giostre,animatori e maghi. Abbiamo montato una pista per gli autoamatori e colgo l’occasione per ringraziare Luigi Terrasi e le aasociazioni che hanno collaborato   e con la presenza di artisti da strada ed animatori. il tutto condito dalla presenza di stand tematici che mutavano settimanalmente, dai bambini siamo passati alla nostra storia e ringrazio di cuore la Proloco di Caltanissetta, la professoressa Zaffuto Rovello., la Real Maetranza, Foto Curatolo,Ettore Fiorino per la sua collezione di minerali.village

E’ stato anche il villaggio dove due bambine hanno raccolto 280 euro per ripristinare un albero caduto in via Maddalena Calafato e degli amici canuzzi di strada per adottare i migliori amici dell’uomo.

Abbiamo conosciuto la storia e le tradizioni di dodici nazioni che ospitiamo a Caltanissetta. che nei quattro giorni del caput mundi, hanno offerto cibo e bevande e devo dire, in barba ai criticoni dal profumo razzista,è stata la più vitale, poichè ogni stand aveva il suo genere musicale e le sue danze. Un lavoro realizzato grazie all’attiva collaborazione delle cooperative auxilium ed Etnos e del centro madre speranza. Abbiamo chiuso con la festa della birra caratterizzata dallo street food.

Non so quante città possano vantare un calendario di spettacoli cosi ampio in un contesto dove c’è anche da vedere e conoscere qualcosa. Noi, imprenditoria privata ed amministrazione lo abbiamo fatto,cosa non facile in una fase storica di crisi economica. Ed abbiamo attivato  una microeconomia che ha dato lavoro diretto ed indiretto a oltre  100 persone,E lo abbiamo fatto nel salotto della nostra città.  Con molto piacere ho visto tante,tantissime persone che non scendevano in piazza da anni, oltre ad avere registrato la presenza di molte famiglie giunte dalla provincia.

Di più non si poteva fare. Ma la cosa più importante è che abbiamo “fatto”. Ed è un successo che condivido con quanti ci hanno creduto e quanti hanno collaborato. 

    TONY MAGANUCO

In alto
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com