Politica

Caltanissetta: l’Assessore Insisa chiarisce in merito all’Agenda Urbana

INSISA-500x280

 

Riceviamo e pubblichiamo:

“In merito all’articolo apparso sulla testata online RadioCl1, inerente l’asserita bocciatura del preliminare di strategia urbana da parte del dipartimento della programmazione regione Sicilia, è bene fare qualche dovuta e necessaria precisazione.

Il nucleo del dipartimento della programmazione con il quale si è in costante comunicazione aveva reso noto che avrebbe inoltrato la nota con le dovute osservazioni ma che queste non avrebbero comportato alcunché rispetto alla redazione della strategia definitiva risolvendosi, unicamente, in una normale procedura volta ad accompagnare  le due città, Caltanissetta ed Enna, alla redazione della sopra citata strategia.

A tal fine è bene precisare che il preliminare di strategia non è atto fondamentale per la definizione dei criteri di ammissibilità in seno alla Commissione Europea quanto, piuttosto, uno strumento attraverso il quale il predetto dipartimento regionale può meglio guidare le città nella redazione del piano definitivo.

Detto ciò, da cui scaturisce, per evidenza di cose, il fatto che tale censura altro non sia se non una formalizzazione di adeguate indicazioni e che, pertanto, nulla toglie e nulla aggiunge al percorso seguito da Caltanissetta-Enna, è altresì indispensabile chiarire che  nella redazione del detto preliminare erano stati inseriti tutti gli assi tematici di riferimento, nel numero di 6, e ciò sebbene ne fossero ammessi unicamente in numero di 4.

E’ chiaro, dunque, che le note critiche di cui all’articolo in oggetto, altro non abbiano che evidenziato tale aspetto che, lo si ribadisce, non inficia per nulla la redazione del piano strategico definitivo.

In una sola parola, la censura in argomento si qualifica come mero “atto dovuto” del dipartimento regionale.

Le ulteriori criticità, messe in evidenza nella nota stampa a cui si replica con la presente, evidenziano una presunta mancanza di strategia concertata con enti pubblici e privati individuati come partner, strategia che, evidenza vuole, non può che seguire all’individuazione degli assi di riferimento all’interno dei quali, solo in un momento successivo, potranno essere organizzati tavoli  tematici partenariali includendovi tutte le realtà, compreso il GAL TERRE DEL NISSENO,  che arbitrariamente si postula essere stato escluso.

Nessuna esclusione, dunque, di chicchessia. Solo un normale e necessario rispetto delle tempistiche e della cronologia delle cose, dei passaggi e delle procedure.

Per dovere di chiarezza e per una migliore conoscenza di tutti gli aspetti affrontati nell’articolo in discussione, occorre specificare che Agenda Urbana ed Ufficio Europa sono due entità assolutamente distinte e differenti per funzioni ed obiettivi di tal che nessuna sovrapposizione degli stessi può essere impropriamente affermata.

L’una attiene alla programmazione interna alla Regione Sicilia, l’altra alla strutturazione di un ufficio interno al comune che intercetti i fondi diretti della comunità europea.

Per quanto attiene alle modalità con cui Agenda Urbana verrà a concretizzarsi, ovvero per tramite di eventuali consulenze esterne o attraverso gli uffici interni degli enti, è materia che atterrà esclusivamente alle scelte politiche ed operative dei due Enti in discussione a cui, ad ogni buon conto, si perverrà in una fase successiva.

In conclusione, si rende noto che la redazione del preliminare di strategia è allo stato ultimato, quanto meno sotto il profilo tecnico, e che l’organizzazione interna ai due enti, peraltro già definita, verrà adottata con Delibere di Giunta, in corso di predisposizione, tanto dal Comune di Caltanissetta che da quello di Enna.”

Dott.ssa Ilaria Insisa

 

 

 

L’Assessore

Dott.ssa Ilaria Insisa

In alto