"
Politica

Caltanissetta: lo scontro dentro “Alleanza per la città” finisce a tarallucci e vino!

comune-di-Caltanissetta-1

Ecco il comunicato fatto pervenire in redazione dopo la riunione del pomeriggio in Comune:

“Si è svolto nel pomeriggio di giorno 17 marzo presso la Sala Gialla del Palazzo del Carmine un incontro di Alleanza fortemente voluto dal Sindaco Giovanni Ruvolo a seguito delle tensioni che si sono registrate nelle ultime settimane. L’occasione sviluppatasi a seguito di uno scambio vivace di posizioni, nato sulla scia di una vicenda tecnica legata alla rimodulazione delle Commissioni consiliari, aveva messo in luce malumori più profondi e dinamiche divergenti su alcuni punti di metodo e di merito ritenuti nodali dalle diverse sensibilità politiche.

All’incontro erano presenti: per il PD il segretario Ivo Cigna, gli assessori Ilaria Insisa e Vito Margherita, i consiglieri Annalisa Petitto, Giuseppe Gruttadauria e la Presidente del Consiglio Leyla Montagnino; per Cambiare Caltanissetta il capogruppo Salvatore Mazza; per il Polo Civico i coordinatori Piero Cavaleri e Marina Castiglione, il componente del direttivo Ermanno Pasqualino, gli assessori Carlo Campione e Maria Grazia Riggi, il capogruppo Lorenzo La Rocca; per i Centristi per la Sicilia gli assessori Felice Dierna e Giuseppe Tumminelli, il capogruppo Walter Tesauro.

In apertura dei lavori, il Sindaco ha tenuto a precisare che senza la fiducia reciproca non è possibile offrire alla città quel cambiamento sperato, promesso, parzialmente avviato e per il quale egli intende continuare ad offrire il proprio servizio ai cittadini. La fiducia stessa, però, deve sostanziarsi in azioni concrete, procedure condivise, tempi certi e obiettivi concreti. Linea guida dell’azione politica dell’Alleanza è e deve essere quanto indicato nel Programma e ciascuna attività, sia pur prevista nel Programma stesso, assume una maggiore forza solo se attuata nei metodi della più ampia partecipazione interna ed esterna. La bellezza e la visione che hanno portato questa coalizione a diventare un esperimento politico diverso dal passato devono trovare nuovamente un’anima, una nuova linfa, a cui i cittadini possano guardare con fiducia.  

Le componenti hanno preso atto della premessa del Sindaco, nonché del fatto che il programma e la formazione inedita delle forze di governo che vedono partiti politici e movimenti civici è una sfida che si sta affrontando passo passo, con arresti e rilanci, scontri e riequilibri. Non mancano però le volontà congiunte, oggi confermate, di rispondere responsabilmente a quanto sancito al momento della vittoria elettorale. Per questo motivo si è stabilito di valorizzare i risultati già acquisiti, accelerare alcuni obiettivi sostanziali del programma, irrobustire la costruzione degli strumenti strutturali che sono alla base del nuovo metodo e coinvolgere le forze costruttive all’interno del Consiglio e del territorio. Garante sarà lo stesso Sindaco che, insieme alla Presidente Leyla Montagnino per quanto le compete, farà da traino e da collante, monitorando l’avanzamento e la qualità di tutti i passaggi da ora in avanti.”

Le forze dell’Alleanza per la Città

In alto