Politica

Caltanissetta,Giammusso: “il concerto di D’Aleo ci sarà. Era questo il nostro obiettivo”

Riceviamo:
Caltanissetta- Siamo felici nell’apprendere, direttamente dal sindaco Giovanni Ruvolo, che il concerto di Francesco D’Aleo è stato rinviato, questa volta a data certa, cioè al 4 ottobre 2018.

Fin dai primi giorni del mese di agosto, abbiamo sostenuto l’artista nisseno, nella consapevolezza che ogni nostro talento, debba essere supportato ed incentivato, sia dalla città che dalle istituzioni, ad andare avanti nella propria carriera. E non ci riferiamo solo ai nisseni che emergono nella musica ma anche a coloro che portano lustro a Caltanissetta, emergendo nell’arte, nella scienza, nella cultura e nell’impresa.

Bene hanno fatto il sindaco, il consigliere Bruzzaniti e l’assessore Tornatore, ad interessarsi personalmente ed in maniera risolutiva della problematica. Bene ha fatto l’artista a rinunciare a parte suo cachet, mostrando attaccamento a Caltanissetta, cosa che non hanno fatto e mai farebbero i costosi artisti che l’amministrazione fa esibire al Teatro Margherita per la stagione teatrale.

Era questo il nostro obiettivo! Esaudire un desiderio che l’artista aveva espressamente esternato su Facebook il 9 agosto scorso: cantare nella sua città. Certamente non miravamo a far polemica o speculare politicamente su una delle tante défaillance della nostra amministrazione comunale; non sarà la riuscita di un concerto a salvare la faccia ad una amministrazione che agli occhi della maggior parte dei nisseni, risulta inadeguata.

Non ci mancano e mancheranno occasioni per criticare Ruvolo e compagni, ma questa volta dobbiamo complimentarci, come del resto avevamo fatto qualche giorno fa quando il concerto non era stato ancora annullato. Concludendo, una domanda ci sorge spontanea: “se nessuno avesse sensibilizzato l’opinione pubblica nissena, se nessuno avesse protestato, il concerto si sarebbe tenuto ugualmente?”.

Arialdo Giammusso

Prima di tutto i Nisseni

In alto