Politica

Caltanissetta,Il sindaco incontra i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil. “Fronte comune per riprogrammare lo sviluppo del territorio”

Caltanissetta- Fare sistema, istituzioni e parti sociali, per la definizione di istanze territoriali fondamentali per il bene comune, che non ha colore politico. Si può sintetizzare così l’esito dell’incontro tra i sindacati Cgil, Cisl e Uil e il sindaco di Caltanissetta, Giovanni Ruvolo, richiesto nei giorni scorsi dai segretari generali Ignazio Giudice, Emanuele Gallo e Vincenzo Mudaro, tenutosi nella sala biblioteca di palazzo del Carmine martedì mattina. Servizi alla persona, area industriale e infrastrutture, area di crisi complessa, finanziamenti per agenda urbana e bando periferie per il quartiere Santa Barbara. Questi i temi discussi al tavolo al quale hanno partecipato gli assessori Carlo Campione e Giuseppe Tumminelli, i dirigenti e i tecnici del Comune che a vario titolo seguono le diverse tematiche. Per la segreteria Uil era presente Salvatore Guttilla.

Servizi Sociali
In tema di servizi sociali Cgil, Cisl e Uil hanno preso atto del lavoro svolto per garantire l’assistenza domiciliare agli anziani, la refezione scolastica, l’assistenza ai disabili a scuola. Servizi che vengono erogati in tutto il distretto socio sanitario con Caltanissetta capofila. E’ stata illustrata la strategia dei servizi sociali per l’inclusione attiva con le misure del REI, reddito d’inclusione che viene erogato a 850 soggetti nel capoluogo, oltre mille nel distretto, i mini cantieri di lavoro, il Pon inclusione con cui sono stati immessi in servizio 14 esperti per i piani individualizzati.

Zona industriale ex Asi
Cgil, Cisl, Uil e Comune di Caltanissetta si faranno promotori di un incontro congiunto con gli esponenti del governo regionale, già sollecitati rispettivamente dal sindaco Giovanni Ruvolo, per l’annosa questione del riscatto dei capannoni delle aziende e dai sindacati per quanto attiene l’agibilità delle infrastrutture viarie e l’illuminazione gravemente compromesse. “Ci siamo resi conto – è stato spiegato – che i problemi di Caltanissetta sono in realtà comuni a tutte le aree industriali siciliane per cui crediamo che un incontro delle istituzioni con le parti sociali, da tenersi a Caltanissetta, debba aprire la strada ad una soluzione comune”.

Area di crisi complessa gelese e accordo di programma
Cgil, Cisl e Uil hanno manifestato forti critiche all’operato del governo Crocetta ma anche all’impostazione decisa dall’attuale governo Musumeci per l’accordo di programma. “25 milioni di euro destinati ad una popolazione pari all’8 percento di quella residente nell’Isola, rappresentano una dotazione irrisoria”, hanno spiegato. Non è solo un problema di risorse: i sindacati avvertono il rischio di speculazioni. “Non vorremmo una riedizione di vecchie misure come i patti territoriali o la 488”. Cgil, Cisl e Uil hanno chiesto al sindaco del capoluogo (Caltanissetta è uno dei 23 comuni dell’area di crisi complessa, ndr.) di assumere un’iniziativa istituzionale verso gli altri comuni dell’area e nei confronti del governo regionale per riprogrammare gli investimenti pubblici in provincia di Caltanissetta. In tal senso Ruvolo ha fissato per il prossimo 27 settembre un nuovo incontro di approfondimento con i sindacati nell’ottica di un’iniziativa estesa alle parti sociali, a tutti i sindaci dell’area e ai rappresentanti del governo regionale. “L’intenzione è quella di creare un fronte comune per il rilancio del territorio”, hanno ribadito i sindacati. “Un territorio svantaggiato – ha aggiunto Ruvolo – può colmare il deficit soltanto facendo rete”.

Agenda urbana
Per il polo urbano del centro Sicilia è stata costituita l’autorità urbana che gestirà i fondi sia per quanto riguarda l’assegnazione che per il monitoraggio. E’ in fase di chiusura la strategia definitiva e questa settimana si terrà un incontro con i dirigenti del dipartimento Programmazione a Palermo per definire gli ultimi indicatori. Agenda urbana finanzia interventi per 20 milioni a Caltanissetta e 18 a Enna, suddivisi in cinque indicatori: agenda digitale, competitività imprese, qualità della vita ed energia sostenibile, prevenzione e gestione del rischio ambientale, interventi per il sociale.

Bando periferie
Il sindaco di Caltanissetta ha riassunto l’excursus che ha portato alla presentazione dei 17 progetti di riqualificazione urbana e rigenerazione sociale del quartiere Santa Barbara per un ammontare di nove milioni di euro, sottolineando l’impegno di un anno da parte di uffici, parti sociali e partner istituzionali per ottenere il finanziamento. “Il taglio di risorse già decretate mina la fiducia dei cittadini nelle istituzioni e rischia di vanificare le relazioni istituzionali che stavano alla base di questo percorso. Attendiamo però le misure annunciate dal Governo con un decreto ad hoc nei prossimi giorni”, ha spiegato il sindaco Ruvolo. Cgil, Cisl e Uil hanno preso atto del problema, condividendo le preoccupazioni del primo cittadino nisseno, riservandosi di intervenire sulla questione dopo un’analisi da parte degli organismi del sindacato.

In alto