News

Cimitero di Caltanissetta: dopo 30 giorni nessuno ha ancora provveduto ad eliminare il pericolo

Il 3 settembre abbiamo ricevuto in redazione una lettera di lamentele per le condizioni di pericolosità del Cimitero di Caltanissetta; un lettore ci aveva inviato alcune fotografie dalle quali si vedeva chiaramente che i pluviali di scolo dell’acqua piovana del manufatto costruito dalla Società dei Militari in congedo, mancavano di alcuni pezzi di raccordo, probabilmente rubati da qualcuno in quanto fatti con il rame.

Avevamo fatto presente esserci possibili gravi conseguenze per l’incolumità di chi si reca a portare un fiore ai propri cari, in quanto si vede chiaramente che ci sono pezzi di lamiera volanti, non più ancorati alla parete del muro che potrebbero volare giù al primo colpo di vento.

Avevamo anche raccolto informazioni e i familiari sostenevano che è stata data notizia alla società Militari in Congedo di quanto succedeva al cimitero e che già le prime piogge in precedenza avevano procurato danni. La risposta che veniva data era: “il comune deve provvedere”; alcuni familiari hanno anche informato i funzionari comunali presso il cimitero, e da parte del comune veniva asserito che si sarebbe provveduto.

Sono passati esattamente 30 giorni dal 3 settembre ma tutto è rimasto come era prima, come testimoniano le nuove foto inviate in redazione; chiediamo al Sindaco Ruvolo, che ha diramato oggi un allerta meteo per mercoledì, se non è il caso di disporre personalmente un intervento urgente di ripristino dei pluviali a tutela dell’incolumità dei cittadini.

In alto