Eventi

Commedia del Lions Club di Caltanissetta per opere di beneficenza

Si è svolto l’altra sera – venerdì 22 c.m. – presso il  Teatro Margherita di Caltanissetta un evento ormai consueto nell’ambito delle attività del Lions Club  che da quasi 70 anni opera in modo gratuito e volontario al servizio della cittadinanza, ponendo in atto gli scopi più nobili dell’associazionismo.

E’ noto, infatti, che lo scopo che persegue il Club è quello di permettere ai soci, volontariamente, di servire la propria comunità, di soddisfare i bisogni umanitari e di venire incontro alle esigenze dei propri concittadini in ogni ambito nel quale il servizio disinteressato possa trovare una meta o una nobile destinazione. Nonché quello di incoraggiare le persone che si dedicano al servizio, a migliorare la loro comunità senza scopo di lucro.

Nell’ambito di quanto esposto, ed in ossequio ad una tradizione che il nostro Club ha già posto in essere da 12 anni consecutivamente (la rassegna infatti si chiama “I Lions in scena”) è stata rappresentata la commedia “La Buon’anima di mia suocera” un testo brillante di Giovanbattista Spampinato, un bravissimo autore catanese.

Tutto l’incasso, tolte le spese vive, è stato destinato, come sempre fatto negli anni, ad iniziative benefiche. Nel corso della serata è stato ricordato anche Marco Chiarello, recentemente scomparso.

La commedia ha visto, come sempre negli anni passati, la partecipazione di soci del Club e/o delle consorti. Quest’anno hanno preso parte:  Salvatore Alfano, Nadia Lionti Vassallo, Concetta Cardamone, Grazia Augello Cutrera, Antonio Cutrera, Boris Pastorello, Marzia Spadaro Pilato, Salvatore Pilato, Ermanno Pasqualino, Gisella Maira Grasso, Alfonso La Loggia. La regia è stata, come negli ultimi tempi, di Giulia Iannì che è stata coadiuvata magistralmente e generosamente da Rosellina Montalbano che ha ricoperto anche il ruolo di direzione palco e aiuto regia.

La commedia ha registrato un successo travolgente. La recitazione, sempre attenta e professionale, è stata spesso interrotta da applausi a scena aperta ed ha allietato il numeroso pubblico accorso, che ha molto gradito la rappresentazione. A tal proposito occorre segnalare che il teatro era pieno in ogni ordine di posti.

Dato il grande successo e la richiesta di biglietti di invito che non abbiamo potuto esaudire, non è escluso che ci sarà una replica e sempre, ovviamente, per beneficenza.

 

In alto