Cronaca

Comune di Caltanissetta: la pessima figura con i turisti per la cronica mancanza di acqua

In queste sere grazie al “Caltanissetta Village”, organizzato da Tony Maganuco in corso Umberto, il centro storico sta vivendo un momento di rilancio e molti possono fruire di qualche ora di piacevole intrattenimento; ma siamo a Caltanissetta e dunque, manco a dirlo, manca l’acqua; per scongiurare il pericolo di rimanere a secco, pare che l’organizzatore abbia chiesto l’erogazione dell’acqua h24, proprio per garantire agli esercizi commerciali di poter lavorare serenamente ed anche per dare ai partecipanti la possibilità di andare in bagno, visto e considerato che (inspiegabilmente) non sono stati posizionati bagni chimici.

Ebbene, nulla di tutto ciò; la titolare di un esercizio commerciale esasperata, nei confronti degli “Amministratori Comunali” che avrebbero dovuto fronteggiare l’emergenza, ha scritto su un social le testuali parole: “figura di m…. con una comitiva di turisti francesi, per cui vorrei rendere grazie a chi dovrebbe amministrarmi ….apro il locale.. sono senza una goccia d’acqua e non c’è un’autobotte disponibile fino a mercoledì… non ho trovato i sacchi per la differenziata. C’è una comitiva di turisti francesi a cui non posso dare il servizio di sempre perché il disagio è esagerato. E per tutto quello di cui sopra, pago!;” poi rivolgendosi direttamente agli amministratori comunali “….un’altra raccomandazione, chiedetemi di nuovo di firmare la mia disponibilità a fare usare i miei servizi igienici durante le manifestazioni e poi, sempre senz’acqua, venite voi, con altrettanta solerzia, a pulire i cessi!”

Un cittadino ha così commentato sempre sui social:

“Caro Sindaco ed assessori vari quando poi vi riempite la bocca con la parola rinascita attraverso la cultura e rilancio del turismo mentite sapendo di mentire. E’ perfettamente inutile che fate venire iraniani e comitive di cinesi o andate a Roma per intercettare il turismo religioso e tanto altro, quando già per una piccola manifestazione non siete in grado di garantire, anche con autobotti, un servizio essenziale, l’acqua per fare la “pipì”. E’ purtroppo l’ennesimo episodio che dimostra la vostra incapacità amministrativa. Ad maiora”

In alto