Lifestyle

Conclusi i Corsi CIRPE di San Cataldo per operatore del benessere

Si sono concluse la scorsa settimana a San Cataldo le attività dei due Corsi per “Operatore del benessere”, seconda e terza annualità, finanziati dal Fondo Sociale Europeo alla Sede provinciale di San Cataldo dell’Ente di Formazione Professionale C.I.R.P.E. – Centro Iniziative Ricerche Programmazione Economica.

Il C.I.R.P.E. è una Associazione senza scopo di lucro che, costituita nel 1979, promuove e realizza prioritariamente percorsi d’istruzione destinati a minori di età compresa tra i quattordici ed i diciotto anni per l’assolvimento dell’obbligo scolastico ed a giovani in cerca di occupazione; l’Ente opera nelle provincie di Palermo, Catania e Caltanissetta svolgendo principalmente attività di formazione professionale triennale, quarte annualità per specializzazione tecnico/professionale, corsi post-diploma e post-laurea, corsi di apprendistato e alternanza scuola/lavoro.

Grande successo, dunque, per l’iniziativa che ha visto coinvolte la scorsa settimana tutte le alunne (comprese quelle del terzo anno per “Operatore del benessere” finanziato dalla Regione Sicilia con il Sistema Duale), le loro famiglie e le dirigenze dell’Ente di Formazione Professionale C.I.R.P.E., nelle persone del Direttore Generale Gaetano Calà, della Dott.ssa Thea Vinella, del Direttore provinciale Salvatore Sberna, oltre che del management della sede di San Cataldo, nelle persone di Angelo Morello, Michele Caramia e del docente Salvatore Riggi; all’evento, ha partecipato anche il Dott. Gaetano Guarneri, Presidente della Casa di Riposo “Madre Teresa di Calcutta”.

 

Dopo un momento ludico ricreativo, alcune allieve hanno messo a disposizione gratuitamente la professionalità raggiunta in questi anni di frequenza ai percorsi formativi per dedicarsi, in occasione del periodo festivo natalizio, alla cura ed al benessere degli anziani ospiti della Casa di Riposo “Madre Teresa di Calcutta”.

 

Già nei prossimi giorni l’Ente si impegnerà, grazie alla collaborazione con l’Agenzia per il Lavoro “La linea della Palma” e con numerose organizzazioni datoriali e di rappresentanza del sistema produttivo regionale (Sicindustria, Camere di Commercio, Confartigianato, ANCE, etc.), all’orientamento delle ragazze verso il ritorno al mondo della scuola con il meccanismo della cosiddetta “passerella” tra Formazione Professionale e Istruzione pubblica o, ancora, alla programmazione di iniziative di alternanza scuola-lavoro o a favorire il raccordo tra domanda ed offerta di lavoro, magari utilizzando gli strumenti degli stage o dei tirocini formativi autofinanziati.

In alto