News

Danni in agricoltura per il caldo: pubblicato il decreto ministeriale che riconosce i danni

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (Guri), del 16 marzo 2018, il decreto 2 marzo 2018 del Ministero delle Politiche Agricole che dichiara l’esistenza del carattere di eccezionalità per l’eccesso di caldo che si è verificato in Sicilia nel periodo dal 1° aprile al 20 settembre 2017.

Il provvedimento del ministero prevede interventi per favorire la ripresa dell’attività produttiva a titolo compensativo e nei limiti dell’entità del danno.

<<Grazie all’azione sinergica del nostro assessorato Agricoltura, dei tecnici dell’Ufficio Intercomunale Agricoltura (Uia) e dell’Ispettorato Agrario di Caltanissetta che hanno effettuato i sopralluoghi a seguito delle segnalazioni presentate dai titolari delle aziende agricole sui danni subiti, il territorio di Delia e quello di Caltanissetta sono stati inclusi nella declaratoria ministeriale – ha detto il sindaco Gianfilippo Bancheri. Ancora una volta il mio plauso va all’assessore Gallo e ai funzionari dell’Uia che continuano a svolgere un lavoro prezioso e di grande utilità per il nostro territorio>>.

<<Non posso che dichiarare la mia piena soddisfazione per la declaratoria ministeriale che riconosce i danni all’intero territorio di Delia e da ai titolari di azienda la possibilità di beneficiare degli interventi previsti – ha detto da parte sua l’assessore Gallo. Pertanto rivolgo il mio invito ai titolari delle imprese agricole a presentare, entro i termini, la domanda per potere usufruire dei benefici previsti>>.

Secondo la declaratoria ministeriale possono essere concessi contributi in conto capitale fino all’80 per cento del danno accertato sulla base della produzione lorda vendibile ordinaria o prestiti ad ammortamento quinquennale per le esigenze di esercizio dell’anno in cui si è verificato l’evento dannoso e per l’anno successivo, a tassi agevolati. Oppure chiedere una proroga delle operazioni di credito agrario, di cui all’art. 7 o infine agevolazioni previdenziali di cui all’art. 8.

A beneficiarne possono essere le imprese agricole (di cui all’art. 2135 del codice civile) e le cooperative che svolgono l’attività di produzione agricola, iscritte nel registro delle imprese o nell’anagrafe delle imprese agricole ricadenti nelle zone delimitate, che abbiano subito danni superiori al 30% della produzione lorda vendibile.

Nel caso di danni alle produzioni vegetali, sono escluse dal calcolo dell’incidenza di danno sulla produzione lorda vendibile, le produzioni zootecniche.

Per quanto riguarda Delia, il Decreto ha riconosciuto danneggiato l’intero territorio. Sette i comparti agricoli interessati: ortive da pieno campo (pomodoro, melone, zucchine, fagiolini ecc.), vigneto uva da mosto in irriguo, vigneto uva da mosto in asciutto, arboreo da frutta fresca (pesco, albicocco, pistacchio e noce ecc.) e agrumi.

Le domande di intervento devono essere presentate all’Ispettorato dell’Agricoltura di Caltanissetta di viale della Regione, 72 oppure tramite l’UIA di Delia, Gela, Mazzarino e Mussomeli entro e non oltre il 30 aprile 2018.

In alto