News

Delia: continua la raccolta di indumenti usati

Continua il servizio di raccolta degli indumenti usati offerto dall’amministrazione comunale ai cittadini. Ieri c’è stato un’altro intervento di ritiro porta a porta da parte della ditta convenzionata con il comune.

<<Si tratta di un servizio utile che va ad affiancarsi e a potenziare quello della raccolta differenziata porta a porta e dei rifiuti ingombranti – ha detto il sindaco Gianfilippo Bancheri – perché da un lato si evita il conferimento degli indumenti usati nella indifferenziata, che andrebbe ad aggravare i costi di raccolta, dall’altro invece si semplifica la vita ai cittadini che hanno di fatto un’opportunità in più di conferimento>>.

Secondo il rapporto “L’Italia del riciclo 2010” curato da Fondazione Sviluppo Sostenibile e Fise-Unire di Confindustria, “in Italia, vanno a finire in discarica 240.000 tonnellate di prodotti tessili”. Si tratta per lo più di capi di abbigliamento che se non recuperati con una raccolta dedicata andrebbero a finire insieme ad altri rifiuti indifferenziati. In Europa il quantitativo di abiti e prodotti tessili si aggira intorno a 10 Kg l’anno a persona.

<<Ci sono quindi degli evidenti vantaggi – ha aggiunto Bancheri – di natura economica e ambientale, con la raccolta mirata degli indumenti usati e degli altri accessori tessili. In particolare quello legato alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica. Il mio invito che rivolto a tutti i cittadini è quello di utilizzare questo servizio>>.

Il ritiro porta a porta degli indumenti usati, a Delia, viene effettuato periodicamente dalla Cooperativa Nuova Alma S.C.S. di Mineo (CT) convenzionata con il comune, secondo un calendario di volta in volta concordato con l’ufficio ambiente del comune.

I cittadini potranno portare i lori indumenti usati anche nei punti di raccolta dislocati nel paeseGli indumenti vanno messi nei sacchetti di plastica, prima di essere depositati nei cassonetti che si trovano in via Campo, viale Europa e via A. Diaz.

<<Nei sacchi per la raccolta – ha ricordato il dirigente del settore Ambiente, arch. Calogero La Verde – si possono mettere vestiti, scarpe, borse, coperte, lenzuola, tende, tovaglie, teli da bagno, peluche, giocattoli (di piccole dimensioni), zaini, cinture, portafogli>>.

In alto