Archivio

Delia: venerdì avvio del Caffè letterario

Al via domani il “Caffè Letterario”, rassegna di attività culturali nata per <<avvicinare la comunità deliana al mondo del libro e della carta stampata … e stimolare l’interesse e il piacere per la lettura inteso come prerequisito indispensabile alla formazione culturale – si legge nel progetto voluto dall’amministrazione e portato avanti dalla Biblioteca comunale>>.

<<Con il “Caffè Letterario” ha detto il sindaco Gianfilippo Bancheri – abbiamo voluto ampliare la nostra offerta di servizi alla cittadinanza. In questo caso si tratta di un servizio che ha un valore aggiunto perché si propone di promuovere cultura con la lettura, uno strumento di comunicazione, di confronto e di arricchimento>>.

<<Il programma è ricco e vario – dice da parte sua l’assessora alla Cultura Piera Alaimo. Per quanto riguarda il calendario abbiamo cercato di adeguarlo alle esigenze culturali e informative dell’utenza, creando un filo conduttore tra le diverse proposte sociali e le attività culturali provenienti da altre istituzioni e associazioni del territorio>>.

BibliotecaIl primo ciclo di incontri, che prevede tavole rotonde, forum, conferenze, dibattiti, cineforum, partirà venerdì 17 febbraio, alle 18, ed ha come tema “Voci e forme di una terra inquieta: Li rumura di la Dielia”.

Ospiti del primo incontro saranno i “Rumuradaciura” – Mini Folk Band, un gruppo folk popolare composto dai musicisti deliani Martino Di Gregorio (voce e chitarra), Pier Francesco Fazio (voce e percussione), Eugenio Salvaggio (fisarmonica e clarinetto), che si esibiranno con un repertorio di musiche folk incentrate sulle nostre origini popolari.

Gli appuntamenti culturali si svolgeranno nella biblioteca comunale, sull’isola pedonale di Via Petilia, e nell’aula consiliare del palazzo municipale.

La novità del “Cafè Letterario” consiste nel fatto che i componenti del Caffè potranno organizzarsi in un circuito di incontri (recital di poesie, forum, concerti, cine-visione ecc.) per favorire il confronto intellettuale e sociale e offrire ad ognuno la possibilità di condividere esperienze, competenze e professionalità. Ogni frequentatore del caffè avrà, dunque, l’opportunità di vivere l’incontro sia da protagonista che da spettatore.

L’obiettivo è quello di coinvolgere tutti i cittadini impegnati nella cultura o nel sociale, studenti universitari e neo laureati, cultori, hobbisti, collezionisti. Chiunque insomma abbia da offrire un proprio bagaglio culturale in relazione alla propria specificità professionale, lavorativa e amatoriale.

Il Caffè Letterario è in sintonia con il sistema bibliotecario comunale <<che, scrive la responsabiledel progetto Giusi Leone, ha come obiettivo istituzionale il miglioramento e la creazione, nel nostro territorio, di nuove opportunità strutturali e culturali atte ad assicurare lo sviluppo del servizio di pubblica lettura>>.

In alto