Salute & Benessere

“Dopo di Noi” il Distretto Socio Sanitario D9 programma le attività per i soggetti disabili

Si terrà giovedì 14 dicembre, alle ore 10,00, nella Pinacoteca Comunale di Gela, la prima conferenza di servizi per la presentazione del percorso di programmazione relativo all’area tematica dei disabili. Il comitato dei sindaci del Distretto Socio Sanitario D9, di cui è capofila il Comune di Gela, lancia l’appello ad offrire il proprio apporto agli enti del territorio che operano nell’area della disabilità.

Oltre a Gela, il distretto è composto dai Comuni di Butera, Mazzarino, Niscemi e dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Caltanissetta. “Dopo il decreto regionale con il quale sono stati approvati gli indirizzi operativi finalizzati alla definizione della programmazione di interventi di soggetti con disabilità grave, tra i 18 e i 64 anni, privi del sostegno familiare – ha spiegato il sindaco capofila Domenico Messinese -, adesso avvieremo il piano distrettuale denominato ‘Dopo di noi’, puntando su percorsi personalizzati, in grado di dare una risposta all’esigenza di autonomia economica e abitativa, ad ogni ‘diversamente normo’ che si trovi senza il supporto della famiglia”.

Ai distretti socio-sanitari della Sicilia vengono ripartite le risorse 2016 e 2017 del “Fondo per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare” per un importo complessivo di 11.033.800 euro.

In alto