Cronaca

Gela (CL), UGL: illegittima la costituzione della nuova RSU 2018

La costituzione della nuova RSU 2018 è illegittima, perché è contraria al voto democratico effettuato in seno al Comune.
Alle ultime elezioni RSU 2018 effettuate presso il Comune di Gela, l’UGL ha conquistato democraticamente un seggio, tale seggio però gli è stato negato da intrighi di palazzo e dall’uso strumentale della Commissione Elettorale RSU che illegittimamente nega il seggio all’UGL.
Il nostro sindacato si è affidato alle istituzioni, il quale ad oggi nonostante i ripetuti provvedimenti (come quello del Comitato dei Garanti dell’Ispettorato del Lavoro) non è riuscita a far valere l’effettività dei nostri diritti nella qualità di Rappresentanti Sindacali e di Cittadini.
Il seggio negato all’UGL è strumentale a non rappresentare i diritti dei lavoratori che avrebbero avuto, grazie alla mediazione del nostro sindacato un Presidente alternativo alla triade.
I nostri legali si sono attivati per avvisare il prefetto, il segretario generale del comune di gela ( Garante della Legalità), il commissario straordinario, la procura della repubblica nonché la Regione e la funziona pubblica al fine di impedire che a Gela muoia lo Stato di Diritto.
Le istituzioni ad oggi, tra cui il nuovo commissario Rosario Arena devono ripristinare la legalità e la correttezza in primis evitando di dialogare con questa RSU assolutamente abusiva e cercando di collaborare con le altre istituzioni al fine dell’effettività del lodo arbitrale del Comitato dei Garanti.
Quella dell’UGL è una battaglia di principio, lottiamo perché il principio della democraticità, della legalità e dell’uguaglianza di fronte la legge venga rispettato dalle istituzioni.
Quindi, chiediamo al commissario Arena un’interlocuzione a stretto giro per ripristinare, lo ripeto ancora una volta lo stato di diritto.
Lo dichiarano in una nota congiunta il segretario della UTL di Caltanissetta Andrea Alario ed il segretario UGL FNA Caltanissetta Salvatore Lauria.

In alto