News

Giornata mondiale dell’acqua: “Caltaqua scommette sulla scuola”

Un messaggio indirizzato ai dirigenti scolastici di tutti gli Istituti scolastici del territorio della provincia di Caltanissetta, in occasione della Giornata mondiale dell’acqua che verrà celebrata il prossimo 22 marzo, per ricordare quanto preziosa sia questa risorsa per l’equilibrio dell’intero pianeta e quanto sia indispensabile che, già sui banchi di scuola, si inizi a creare un’autentica coscienza volta a mettere al bando ogni spreco e ogni uso inappropriato.
E’ l’iniziativa che sta lanciando in questi giorni Caltaqua – Acque di Caltanissetta, gestore del servizio idrico integrato per il territorio della provincia di Caltanissetta, che in questa circostanza punta in maniera particolare l’attenzione sugli studenti per veicolare un messaggio teso a favorire il consolidamento di una vera e propria “cultura” del consumo dell’acqua all’insegna di equilibrio e sostenibilità.

Il messaggio, che vuole richiamare l’attenzione dei  giovani sui diversi aspetti della tematica, è accompagnato da una brochure, in formato elettronico, realizzata da Caltaqua nell’ambito della campagna di sensibilizzazione per un corretto uso della risorsa idrica, messa a punto già da alcuni anni dal Gestore e periodicamente rilanciata, contenente anche undici consigli utili per un utilizzo consapevole e responsabile dell’acqua evitando sprechi.
Agli Istituti, infine, verrà anche inviato un poster, in formato elettronico, realizzato da Caltaqua che potrà essere stampato ed affisso nelle bacheche delle singole scuole. Il poster in questione riprende uno dei 17 punti del manifesto delle Nazioni Unite relativo agli obiettivi per lo sviluppo sostenibile, quello relativo ad “Acqua pulita e igiene”, contenente pure previsioni mondiali per il 2050.

Anche con questa iniziativa il Gestore del servizio idrico integrato per la provincia di Caltanissetta intende rendere sempre più stretto e proficuo il collegamento con il mondo della Scuola nel convincimento che l’investimento in termini di conoscenza e corretta informazione, specie per quel che riguarda i giovani, sia da privilegiare soprattutto per ciò che può rappresentare in prospettiva per il territorio.

In alto