Cronaca

Intensa Attività Anticrimine della Polizia di Stato in provincia di Caltanissetta

Nell’ambito dei servizi di prevenzione e controllo del territorio svolti dal
Commissariato di P. S. di Gela, con l’implementazione dei servizi a mezzo di nr.
2 pattuglie del Nucleo Prevenzione Crimine di Palermo, si segnalano i risultati
conseguiti nella settimana in corso:
Nr. 325 persone controllate;
Nr. 366 veicoli controllati;
Nr. 4 veicoli rubati rinvenuti;
Persone sottoposte ad obblighi controllate:
Nr. 28 Arrestati Domiciliari; nr. 16 Sorvegliati Speciali di P.S.; nr. 5
in detenzione domiciliare; nr. 6 in affidamento in prova; nr. 10
perquisizioni effettuate; nr. 10 c.d.s. elevati e nr. 2 veicoli sequestrati.

ARRESTATI
1) POPU Alexandru Florin, cittadino rumeno, classe 1989, già in regime
di arresti domiciliari, è stato tradotto in carcere in esecuzione
dell’Ordinanza di Applicazione della Misura Cautelare della Custodia
in Carcere emessa dal GIP del Tribunale di Gela, poichè resosi
responsabile del reato p. e p. dagli artt. 110, 628 co. 3 n. 3 bis e 3
quinques c.p. , rapina aggravata in concorso con l’aggravante di aver
commesso il fatto in luogo di privata dimora e nei confronti di persone
ultrasessantacinquenni in Gela nel maggio del 2017.
2) C. A., gelese, classe 1936, tratto in arresto in esecuzione dell’Ordine di
Esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione
domiciliare, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale
di Gela Ufficio Esecuzioni Penali, poiché dovrà espiare la pena residua
C:\Users\Uigos\Desktop\Comunicato stampa al 10.02.2018.doc
di giorni 20 perché condannato per il reato di cui all’art. 697 c.p., ossia
detenzione abusiva di armi.

DENUNCIATI
1) C. R., gelese, classe 1955, è stata segnalata all’A.G. per l’ipotesi di reato
art. 367 c.p., ossia simulazione di reato.
2) D.D.E., gelese, classe 1960, è stato segnalato all’A.G. per l’ipotesi di
reato di ricettazione. Il predetto è stato trovato in possesso, a seguito di
perquisizione delegata, di un telefono cellulare di provenienza furtiva.
3) S.R., gelese, classe 1969, è stato segnalato all’A.G. per l’ipotesi di reato
di ricettazione. Il predetto è stato trovato in possesso, a seguito di
perquisizione delegata, di un telefono cellulare di provenienza furtiva.
4) M.B., gelese, classe 1982 è stato segnalato all’A.G. per l’ipotesi di reato
di furto.
5) C.S., gelese, classe 1951;
6) M.C., gelese, classe1955;
7) C.R., gelese, classe 1977;
8) C.O., gelese, classe 1989;
9) M.M., gelese, classe 1994;
10) M.V., gelese, classe 1959;
11) M.G., gelese, classe 1992;
12) M.S., gelese, classe 1958, tutti segnalati all’A.G. per l’ipotesi di reato
di Rissa aggravata. L’episodio si è verificato per futili motivi, legati ad
interessi familiari, ed ha visto contrapposti tre nuclei familiari. Tutti i
partecipanti hanno riportato lesioni al corpo refertati presso il locale
nosocomio.

ATTIVITA’ STRAORDINARIA DI CONTROLLO DEL TERRITORIO
E DI POLIZIA AMMINISTRATIVA
Personale dipendente unitamente al personale dell’Ufficio P.A.S.I.
(Polizia Amministrativa Sociale e dell’Immigrazione), ha proceduto al
C:\Users\Uigos\Desktop\Comunicato stampa al 10.02.2018.doc
controllo di nr. 5 esercizi commerciali, nr. 2 compro oro, comminando
nr. 3 sanzione amministrativa e una segnalazione penale all’A.G.,
controllando nell’occorso n. 45 persone di cui 8 con pregiudizi di
Polizia, nr. 14 veicoli.

In alto