Politica

Lettera aperta di Arialdo Giammusso: “Caltanissetta terra di nessuno”

Riceviamo: Caltanissetta sempre più terra di nessuno. Continui gesti di inciviltà e spaccio hanno trasformato il centro antico in un’area sempre più desolata e in balia di spacciatori di droga e balordi. L’ultimo caso risale solo a pochi giorni fa, quando le pattuglie della Squadra Volante della Questura, impegnate in un servizio di controllo, in centro storico hanno arrestato un Gambiano con 70 grammi di droga (plauso senza fine alla Polizia).
Inevitabilmente i nisseni, al ripetersi di simili fatti, si spaventano e si tengono alla larga da zone considerate a forte rischio.
La cosa più raccapricciante è che nonostante questi soggetti, a cui diamo ospitalità, continuano a vendere veleno ai nostri ragazzi, il sindaco Ruvolo rimane in rigoroso silenzio: “come mai??”.
Tra un anno, con la vittoria del centro destra, finirà la pacchia per tutti questi “signori” ed il Comune sarà in prima linea, con una forte collaborazione tra la Polizia Municipale, la Polizia di Stato e Carabinieri, in un lotta serrata contro questi delinquenti di importazione!
Doteremo i Vigili Urbani di teaser per immobilizzare chi fa il bullo e li aggredisce sapendo di restare spesso impunito. Proporremo la costituzione di una commissione consiliare per la sicurezza dei nisseni ed il Daspo Urbano sarà applicato in maniera massiccia contro chi commette reati.
Inoltre, la presenza fissa della Polizia Municipale in Piazza Garibaldi sarà garantita almeno fino all’una di notte.
I soldi che il Comune spreca per le associazioni che fanno soldi con gli immigrati, saranno girati a favore degli straordinari dei Vigili Urbani. Niente più costose case multiculturali (vedi ex scuola via Xiboli) e più sicurezza per i nisseni. L’unica cultura che dobbiamo valorizzare, oltre alla Siciliana, è quella che ha reso grande il nostro paese, stupendo il mondo intero: la Cultura Italiana!

Arialdo Giammusso
#primadituttoinisseni

In alto