News

Lombardo Cgil, lettera ai vertici del Libero Consorzio: licenziati i lavoratori della ditta pulizie

Riceviamo:

CGIL AREA PROGRAMMATICA  “DEMOCRAZIA E LAVORO” – CALTANISSETTA

AL  COMMISSARIO STRAORDINARIO

AL SEGRETARIO GENERALE

AL DIRIGENTE RESPONSABILE

AFFIDAMENTO PULIZIA DEGLI UFFICI

DEL CONSORZIO  PROVINCIALE

DI CALTANISSETTA

All’Ispettorato Regionale EE.LL.- Palermo

All’Ispettorato Del Lavoro – Caltanissetta

ALL’ASP –Caltanissetta

 

La scrivente “Area Programmatica Democrazia e Lavoro CGIL” è venuta a conoscenza che i lavoratori dipendenti della ditta “IN LINEA”, affidataria per tre mesi dei servizi di pulizia degli uffici di codesto Consorzio, in data 24.10.2017 sono stati licenziati senza nessun preavviso.

Ormai dobbiamo definitivamente prendere atto della incapacità del CONSORZIO di appaltare il servizio di pulizia dei propri uffici sono ormai anni che si usa lo strumento della proroga o nel caso di specie di un nuovo affidamento di tre mesi sempre e, comunque, in attesa dello svolgimento di una misteriosa e fantomatica gara di appalto.

 Quello che lascia sgomenti è:

  • Il trattamento da vera merce riservato ai circa quindici dipendenti che sono stati licenziati ipso facto con una semplice comunicazione verbale; personale, peraltro, già fortemente penalizzato e ulteriormente precarizzato un anno fa passando da circa 20 ore a 8 ore settimanali, in quanto il Consorzio aveva diminuito del 70% circa le ore di pulizia dei propri ambienti.
  • lasciare tranquillamente gli uffici e i servizi igienici annessi senza pulizia;

Insomma viviamo in un’epoca inquietante e ultra liberista dove non c’è rispetto per i lavoratori non solo per la professionalità, ma nemmeno per la loro dignità.

Come giudicare un Consorzio che non riesce da quasi due anni a bandire una gara di appalto e che non si è fatto scrupoli a ridurre fortemente, come sopra evidenziato, l’importo dell’affidamento precedente dalle ricadute fortemente negative non solo sugli operatori dell’impresa appaltatrice,come evidenziato, ma anche sul piano igienico sanitario dei propri ambienti di lavoro.

Poiché corre voce che ci sarà un nuovo affidamento, che non sappiamo né quando né a che titolo  si chiede con estrema urgenza di sapere:

 

  • il nome della nuova ditta e la data della consegna del servizio di che trattasi;
  • lo strumento attraverso il quale si è proceduto all’individuazione della nuova  ditta;
  • l’importo dell’affidamento complessivo.

 

Infine si sottolinea che il personale è fortemente preoccupato per proprio posto di lavoro ed in evidente  stato di agitazione che potrà sfociare in manifestazioni di lotta e di mobilitazione qualora non abbia, con estrema urgenza, assicurazione sul proprio futuro lavorativo e, quindi, sul passaggio immediato alla nuova ditta con il rispetto della propria qualifica e della relativa anzianità acquisita.

Le Autorità che leggono per conoscenza sono invitate ad accertare e  verificare quanto sopra lamentato.

Distinti saluti. Caltanissetta 27.10.2017

Il Coordinatore Provinciale

Salvatore Lombardo

In alto