Politica

M5S: il grande contributo di S. Caterina per il successo alle elezioni regionali

Il Movimento 5 stelle è la prima forza politica della Sicilia. Abbiamo perso di pochissimo contro una armata che univa nelle sue liste chi, giorni fa, stava con Crocetta a chi fino a ieri non era d’accordo su nulla. Era una battaglia difficilissima ma siamo stati all’altezza della sfida che avevamo davanti. Ci domandiamo come riusciranno a governare una regione prossima al default, a causa di decenni di mal governo. Ci domandiamo come riuscirà a rimanere in piedi una coalizione che al suo secondo giorno di vita vede già un deputato regionale arrestato per evasione fiscale. Vedremo un Crocetta bis ahinoi.

Non avevamo i “mister preferenze” o i “figli di”, avevamo solo 62 candidati onesti e competenti che hanno girato questa terra meravigliosa per mesi, consumando le suole delle scarpe e confrontandosi con i cittadini siciliani, con i loro problemi, all’altezza degli occhi e a testa alta.

I dati significativi di queste elezioni sono chiaramente due: l’altissima astensione che ci impegniamo fin da oggi a combattere e recuperare e l’apporto consistente del voto disgiunto a favore di Cancelleri, segno che avevamo un candidato credibile e forte, in cui hanno riposto la loro fiducia anche persone di altri schieramenti politici.

Altro dato importantissimo, per il meet up di Santa Caterina Villarmosa, essere riusciti ad avere la più alta percentuale di voti , nelle citta della provincia di Caltanissetta, per la lista provinciale (43,35 %) e i terzi, dopo Caltanissetta (città natale di Giancarlo) e San Cataldo, per i voti dati al candidato alla presidenza per il Movimento 5 Stelle (48,49%). Risultato straordinario che ci ripaga del tanto impegno che abbiamo messo per cambiare la regione a partire dalla nostra piccola comunità. Siamo il primo partito a Santa Caterina mettendo dietro sia il centro destra (amministrazione attuale e maggioranza in consiglio) e il centro sinistra (opposizione in consiglio).

Ora si riparte, più forti di prima. Dalla Sicilia all’Italia, per cambiare questo paese e riconsegnare ai cittadini italiani la libertà e dignità che meritano

In alto