Politica

M5S S. Cataldo: “L’Amministrazione Modaffari non è aperta al dialogo”

modaffari-300x300
​  Riceviamo e pubblichiamo:
“Sono ormai passati quasi 3 anni da quando si è insediata la giunta Modaffari e i pochi successi ed i tanti insuccessi sono sotto gli occhi di tutti. Probabilmente però, la più grande pecca di questa Amministrazione è stata quella di arroccarsi sulla torre più alta e gestire il potere in modo assoluto.

 Siamo lontani dai proclami iniziali dove Sindaco ed Assessori facevano di tutto per mostrarsi, almeno in apparenza, disponibili ad ascoltare i cittadini, disponibilità apparente della quale oggi rimane l’essenza del “so tutto io”. Le parole, i proclami, i self sui social, le promesse e bei sorrisi, rimangono tali se non corrispondono con i fatti, ma, purtroppo, anche in questo caso abbiamo osservato una netta distanza dalle promesse.

 Il MoVimento 5 Stelle San Cataldo, pur essendo una forza che alle elezioni comunali nel 2014 non è riuscita a portare in consiglio comunale nemmeno un consigliere, durante tutti questi anni, perseguendo l’obiettivo della Politica come servizio per i cittadini di San Cataldo e non come potere, ha continuato a fare Politica crescendo in esperienza, consensi ed azioni che sono sotto gli occhi di tutti.

 Certamente non è semplice cambiare le cose, soprattutto quando non si governa e soprattutto quando chi governa, per svariati motivi a cui non riusciamo a dare un nome (per paura…? per immobilismo…? potere…? altro…?) non presta il sufficiente ascolto alle proposte dei Cittadini e forze politiche.

 L’ultimo episodio in ordine di tempo è quello che ha riguardato lo scontro tra il MoVimento 5 Stelle San Cataldo e l’Amministrazione sul tema della Settimana Santa, probabilmente la più nobile tradizione di San Cataldo, che tutti dovremmo cercare di tutelare e far crescere.

 Infatti, il MoVimento 5 Stelle San Cataldo, dopo aver effettuato un lungo studio, ha evidenziato la possibilità di accedere ad un bando della Regione, così come fanno molti comuni, Caltanissetta incluso, che potesse finanziare questo importante evento. Il Consiglio Comunale si è occupato della questione ed il Vice Sindaco Assessore Riggi ha apertamente dichiarato che la Settimana Santa non poteva accedere ai finanziamenti per mancanza di requisiti, motivo per cui l’Amministrazione non aveva chiesto il finanziamento. Argomentazioni purtroppo prive di fondamento, tanto che con recente delibera, l’Amministrazione ha deciso di chiedere il finanziamento per l’anno 2018!!!

 Dunque anche in questa occasione l’Amministrazione ha apertamente osteggiato chiunque volesse dare una idea diversa, idea non di contrasto all’amministrazione, ma anzi, di supporto a San Cataldo.

 Certamente osserviamo a malincuore come sia davvero complicato collaborare con un’amministrazione che non è aperta al dialogo e al confronto e che discute sulle proposte ricevute adottando una linea di comportamento altalenante, autoreferenziale e in generale restia agli input ricevuti dall’esterno.

 La Democrazia è fatta da tutti, ma forse a San Cataldo vige un potere assoluto?

 Questa Amministrazione ha perso tante opportunità per San Cataldo, ma sta trasmettendo un messaggio negativo di poca democrazia alla cittadinanza, che ha come risvolto negativo la diminuzione di interesse e volontà alla partecipazione attiva da parte dei cittadini di lavorare insieme per migliorare le cose.

 Peccato per questa amministrazione, ma peccato, soprattutto per i Cittadini…​”
​​MoVimento 5 Stelle – San Cataldo​
​​​​Adriano Bella​​​​​
In alto