Politica

Niscemi: l’amministrazione consegna le chiavi della casa del Volontariato

Foto 1 Casa del volontariato

 

Altre tre associazioni della città, hanno avuto consegnate ieri pomeriggio dall’Amministrazione comunale diretta dal sindaco Francesco La Rosa, le sedi presso la “Casa del volontariato” intitolata alla memoria di “don Pino Puglisi”, il sacerdote proclamato beato, che venne ucciso a Palermo il 15 settembre del 1993 da “Cosa nostra”, perché sottraeva i giovani alla malavita.

Ad avere avuto consegnate presso la struttura “fiore all’occhiello” della città e  dell’hinterland, le sedi comunali, sono state le associazioni culturali “Agorà” di cui è presidente il dott. Francesco Ianni, “Donna Giovanna Branciforte“ di cui è presidente l’architetto Gaetano Blanco ed i Volontari del soccorso”, associazione di cui è presidente Francesco Pepi.

Le associazioni “Agorà” e “Donna Giovanna Branciforte”, essendosi consorziate, hanno avuto assegnata dall’Amministrazione comunale un’unica sede.

Presenti alla sottoscrizione del contratto di affidamento delle due nuove sedi comunali della Casa del volontariato alle tre associazioni, il sindaco Francesco La Rosa, il vicesindaco Rosario Meli, l’assessore Valentina Spinello, i consiglieri comunali Francesco Trainito e Maria Concetta Ania, il vicesegretario comunale Massimiliano Arena ed il Capo ripartizione affari sociali e culturali Cettina Cinquerrui.

Foto 2 firma atto consegnaLe associazioni “Agorà” e “Donna Giovanna Branciforte”, promuovono la cultura per il cinema in 3D, per il teatro e l’organizzazione di convegni ed incontri culturali, comprendenti anche interventi in videoconferenza.

L’associazione “Agorà” inoltre, si occuperà di promuovere attraverso il “Corteo storico Branciforte”  la storia delle origini di Niscemi, le tradizioni culturali e di curarne le sfilate nel contesto delle principali Feste popolari che si svolgono annualmente nei vari Comuni dell’isola.

L’Associazione “Volontari del soccorso” invece, promuove un’attività finalizzata all’espletamento del volontariato nel settore del soccorso sanitario.

Nella Casa del volontariato hanno in precedenza trovato sede anche le associazioni Misericordia, Fratres e la locale sezione dell’Associazione nazionale carabinieri.

Gli amministratori comunali hanno augurato un buon lavoro alle tre associazioni che hanno avuto assegnate le due nuove sedi presso la struttura.

 “Siate una squadra” ha detto il sindaco Francesco La Rosa ai rappresentanti di tutte le associazioni che hanno sede nella Casa del volontariato,”ognuno con i propri compiti nei vari settori del volontariato, ma inclini ad operare ed a garantire insieme questa struttura anche alle future generazioni”.

La Casa del volontariato, costituisce un alveare laborioso per il terzo settore, una risorsa sociale ed un solido punto di riferimento dell’associazionismo attivo operante in città.

La struttura è stata realizzata con un importo di circa 2 milioni e 437 mila euro che l’Unione europea ha finanziato nell’ambito della “Programmazione 2007-2013 – Asse VI” riguardante lo “Sviluppo urbano sostenibile” e tramite il Dipartimento regionale della famiglia e delle politiche sociali.

Il progetto di “Recupero e rifunzionalizzazione dell’area e dell’ex plesso scolastico San Giuseppe”, ha consentito la ristrutturazione e trasformazione del grande immobile comunale in “Casa del volontariato” ed in “Centro di servizi” destinati proprio ai cittadini di Niscemi.

I lavori di realizzazione della Casa del volontariato e dell’impianto sportivo esterno sono iniziati il 3 marzo del 2014 e sono stati completati alla fine del 2015.

In alto
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com