Sport

Nissa rugby: prima squadra in campo a Vittoria, match anche per U14 maschile e femminile

La Nissa Rugby torna in campo per la seconda fase, domenica 11 febbraio per la seconda fase del campionato regionale di serie C. Quindici nisseno impegnato a Vittoria. Squadra pronta, rigenerata e vogliosa di tornare a giocare sotto le indicazioni del tecnico. Ricordiamo inoltre l’impegno dell’Under 14 femminile per la coppa Italia impegnata a Ragusa contro Amatori Catania e Syrako Siracusa. Stesso luogo per l’under 14 maschile che invece dovrà vedersela con i padroni di casa del Ragusa Rugby Union.

Il direttore tecnico Andrea Lo Celso però vuole tracciare un bilancio sulla prima fase e chiarire gli obiettivi per il prosieguo della stagione , non solo in relazione alla prima squadra ma su tutte le compagini nissene.

“Il bilancio sulla prima fase della stagione non è di certo negativo,non ti nego che forse mi aspettavo di più magari dalla formazione seniores della prima squadra maschile ma, analizzando attentamente tutte le partite con le avversarie credo che la tanta giovinezza di esperienza dei tanti giocatori hanno portato magari delle sconfitte che potevano starci. Personalmente sono molto fiducioso nella crescita esponenziale dei ragazzi della prima squadra; lavorano duramente in ogni allenamento e sono vogliosi di giocare imparare e tenere alto i colori societari. Ci vuole tempo e credo che questo anno di esperienza e la seconda fase che giocheremo porterà ad una maturità globale della rosa che permetterà l’anno prossimo di giocare il campionato da protagonisti.

Per quando riguarda la senior femminile che partecipa alla coppa Italia sono davvero orgoglioso e soddisfatto del lavoro che le ragazze stanno facendo; le Cerbere stanno davvero dimostrando di non essere la cenerentola del campionato,ma anzi di essere una forte e ostica avversaria.

Passando al settore giovanile quest’anno la società si è presa la responsabilità di iscrivere a tutti i campionati regionali di categorie i suoi giovani. Impegno molto importante e sopratutto faticoso che ammetto essere abbastanza difficile,non per questo la società ha voluto investire molto su uno staff tecnico numeroso e volenteroso di imparare,difatti ognuno dei tecnici è impegnato nei vari corsi di formazione fir che permetterà loro di riportare ciò che hanno imparato all’interno del club. Quest’anno sempre più con l’obiettivo di puntare sul mini rugby,lo staff tecnico ha lavorato intensamente e quasi giornalmente nelle scuole della città diramando il gioco del rugby e attuando i vari progetti scuola che la federazione propone. Le scuole dove abbiamo lavorato in questi mesi sono state varie dai licei alle scuole medie fino a finire alle elementari,insomma abbiamo voluto davvero toccare ogni età.

Per questo proseguo di campionato sono sicuro non mancheranno le varie difficoltà ma alla fine sono anche fiducioso nel duro lavoro dello staff tecnico e di tutti componenti della società che sapranno come sempre rimboccarsi le maniche e non fermarsi a nessuno ostacolo portando la palla sempre avanti per come si fa in campo”.

 

In alto