Politica

Passaggio di consegne a Niscemi tra La Rosa e il nuovo Sindaco Conti

Passaggio di consegne questa mattina al Palazzo di città tra il primo cittadino uscente Francesco La Rosa ed il nuovo sindaco Massimiliano Conti, vincitore del ballottaggio delle elezioni amministrative del 25 giugno scorso ed eletto sindaco della città di Niscemi.

La cerimonia di passaggio delle consegne si è svolta alla presenza del segretario generale del Comune Maurizio Toscano, del vicesegretario generale Massimiliano Arena, del comandante della polizia municipale Salvatore Di Martino e di una cospicua rappresentanza di componenti delle liste civiche che hanno sostenuto l’elezione del sindaco Massimiliano Conti, tra i quali l’avvocato Fabio Bennici, Sergio Artesi ed il prof. Alessandro Mongelli, indicato come assessore.

Il primo cittadino uscente Francesco La Rosa, con una fascia tricolore nuova in mano, porgendo gli auguri al nuovo sindaco eletto Massimiliano Conti, ha detto:”questa è una città difficile da amministrare e ti auguro di saperla rappresentare nel migliore dei modi e con la certezza del tuo massimo impegno e del valido impulso che la nuova amministrazione saprà dare. Ancora auguri”.

E’ stato lo stesso primo cittadino uscente Francesco La Rosa ad aprire ed a mettere la fascia tricolore al nuovo sindaco Massimiliano Conti tra gli applausi dei presenti.

La cerimonia di passaggio delle consegne si è conclusa con un caloroso abbraccio tra il primo cittadino uscente Francesco La Rosa ed il nuovo sindaco Massimiliano Conti e con una forte stretta di mano conclusiva.

Dopo il sindaco Massimiliano Conti, accompagnato dal segretario e dal vice segretario del Comune, dal Capo Ripartizione finanze Giovanna Blanco ed insieme ai revisori dei conti Carlo D’Alessandro Pino Erba e Giuseppe Branciforte  si sono recati presso la tesoreria comunale per la verifica di cassa e l’attuazione delle consegne contabili.

Adesso si attende anche il giuramento dei nuovi quattro assessori indicati dal sindaco Massimiliano Conti che sono Alessandro Mongeli, Adelaide Conti, Piero Stimolo e Gaetano Zarba.

In alto