Eventi

Progetto “Laboratoriamo” all’I.I.S.S. “S. Mottura” di Caltanissetta: presentati più di 30 elaborati

All’Istituto Tecnico e Liceo scientifico “S. Mottura” di Caltanissetta si è concluso il progetto POF “Laboratoriamo” di cui è stato referente il prof. Silvio Sciascia. Il progetto si è esplicato in un concorso interno finalizzato a motivare gli studenti nella progettazione e realizzazione di elaborati originali risultanti dalla coniugazione delle competenze tecniche disciplinari con l’ingegnosità, l’inventiva e l’applicabilità. Hanno partecipato 78 studenti di tutti gli indirizzi, frequentanti dal primo al quinto anno. Sono stati presentati più di 30 elaborati, in formato multimediale, modelli 3D, sistemi assemblati ed esperimenti in laboratorio, creati singolarmente o in gruppo con la supervisione di uno o più docenti.

Il 25 e 26 maggio i lavori sono stati esposti al Museo Mineralogico Paleontologico e della Zolfara, annesso all’Istituto, e la mostra è stata aperta al pubblico. La mattina del 25 maggio la Dirigente scolastica, prof.ssa Laura Zurli, in qualità di Presidente di una giuria composta da tre docenti e tre alunni, ha premiato i tre migliori lavori. Al primo posto si è classificata la “Robotic hand” costruita da Salatino Giuseppe della classe 5 D. Il secondo posto è stato assegnato alla “Serra automatizzata con PLC” realizzata da Dibilio Calogero, Puccio Calogero e Pulci Calogero della classe 5 C. Il terzo posto è stato attribuito al “Ciclo lavatrice PLC” ideato da Alessi Pietro, Lamendola Marco, Lunetta Francesco, Rollo Andrea e Sanguedolce Carmelo della 5 C. I vincitori hanno scelto il premio fra una stampante multifunzione, una cuffia wi-fi e un GOPRO.

Altri elaborati, che hanno suscitato curiosità e attenzione, sono stati: il magnetic spinner, il sistema di controllo luci tramite app, il sensore di distanza, lo spinner fotovoltaico, il montavivande con logica cablata, la lampada wireless con Arduino, Bluetooh elettric car, la cassaforte con sensore biomedico, il cancello con PLC, il distributore automatico di bevande, il grafene: la meraviglia del XXI secolo. Ed ancora video sulla shoah, sulla giornata della memoria e sul cyberbullismo e, applicabili al Museo, la guida multimediale e il Qr code.

La Dirigente ha elogiato l’impegno dei partecipanti sottolineando che nell’Istituto si promuovono attività di ricerca, sperimentazione, scoperta, verifica e controllo attraverso la didattica per competenze e la metodologia laboratoriale grazie ai numerosi luoghi-spazi attrezzati e alla ricca dotazione tecnologica. “Possedere capacità tecniche innovative, motivazione, spirito di iniziativa, creatività e capacità di saper lavorare in team” – ha evidenziato la Dirigente – “favoriscono oggi la realizzazione personale ed incrementano la possibilità di inserimento nel mondo del lavoro”.

 

In alto