Lifestyle

S. Cataldo: Valerio Ferrara contro il “caro libri scolastici”, per assicurare il diritto allo studio

Riceviamo:

Ogni anno, a Settembre, le famiglie di tutta Italia si apprestano ad acquistare il materiale scolastico necessario per i propri figli. Elemento fondamentale per poter affrontare il nuovo anno scolastico sono i libri scolastici, che a causa delle decisioni a livello nazionale variano ogni anno. Queste decisioni a livello nazionale non posso non avere degli effetti sul territorio locale e le famiglie sono costrette ad effettuare una spesa, sempre nuova, per i propri figli.

Il carico viene gravano dalla numerosità della famiglia, perchè i figli minori non sono nelle condizioni di poter utilizzare i libri dei propri fratelli in quanto diversi. Un appello a riguardo, sotto il punto di vista locale, arriva da Valerio Ferrara che per le vie del Paese ha avuto modo di poter riscontare l’opinione pubblica. – Sempre più famiglie non sono nelle condizioni di poter assicurare  ai propri figli i libri necessari ad affrontare il nuovo anno scolastico- afferma Ferrara. –

Nonostante la questione sia di carattere Nazionale, la politica locale dovrebbe impegnarsi a far in modo che i “grandi” non si arricchiscano sulle spalle dei “piccoli”. Secondo Ferrara, sarebbe necessario trovare una soluzione a livello locale per aiutare i cittadini ad affrontare questa grande spesa causata dalla variazione dei libri di testo, e dal continuo impoverimento dei cittadini. Nonostante le agevolazioni, le famiglie non riescono ad affrontare la spesa perché il carico è eccessivo in relazione alle possibilità economiche. Ferrara lancia un appello ai politici regionali e nazionali del territorio a farsi carico del problema, per poter trovare una soluzione efficiente che possa assicurare a tutti il diritto allo studio.    

In alto