Cronaca

Sanzioni per gli iscritti agli albi degli Ordini delle professioni sanitarie che diffondono informazioni sanitarie ”affascinanti” a scopo promozionale

La Legge di Bilancio 2019 ha stabilito regole severe per gli iscritti agli albi degli Ordini delle professioni sanitarie e per le strutture di cura che diffondono

informazioni sanitarie “affascinanti” a scopo esclusivamente promozionale. D’ora in poi, la pubblicità in sanità sarà permessa solo a scopo informativo e non commerciale, nel rispetto dei principi di trasparenza e sicurezza dei trattamenti offerti a tutela della salute pubblica e del diritto ad una corretta informazione e di una scelta di cura consapevole del paziente.
Gli Ordini potranno intervenire con provvedimenti disciplinari e segnalare l’inosservanza delle norme anche all’Agcom (l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) per l’applicazione di eventuali sanzioni.

In alto