Politica

Sergio Cirlinci: “al posto dei leoni dagli occhi azzurri a Caltanissetta comandano gazzelle dagli occhi neri”

“Ogni mattina in Africa, una gazzella si sveglia, sa che deve correre più in fretta del leone o verrà uccisa. Ogni mattina in Africa, un leone si sveglia, sa che deve correre più della gazzella, o morirà di fame. Quando il sole sorge, non importa se sei un leone o una gazzella: è meglio che cominci a correre”
Così è anche nella nostra vita… c’è chi nasce leone e chi gazzella, chi per primeggiare e chi per subire. L’importante è che ognuno, nella sua posizione accetti il suo ruolo e ne sia cosciente, ma soprattutto non cerchi di essere quello che non è. La gazzella deve accettare il suo ruolo nella società, non sentirsi in colpa per non essere leone, il leone viceversa, deve far valere il ruolo di Re della foresta ed assumersene le responsabilità. 
Poi ci sono gli altri, sicuramente importanti per la vita della savana, ma che rivestono solo il ruolo di “comparse”.

Certe doti e capacità non si inventano, né si comprano, o lei hai o niente, sono caratteristiche naturali come avere gli occhi azzurri o neri, li puoi camuffare ma il colore naturale quello è. Se però ti senti in difetto per il colore degli occhi, passerai il tempo a nasconderli, a camuffarli…ma sempre il loro colore avranno, anzi otterrai il risultato di non essere credibile per chi un giorno ti vede con gli occhi azzurri ed un giorno con gli occhi neri.
Stessa cosa la noto in molti politici, non sono leoni, non hanno gli occhi azzurri, ma quando si presentano al popolo vogliono apparire leoni con gli occhi azzurri. 
In questi ultimi anni stiamo assistendo ad un cambiamento radicale della politica e soprattutto dei politici, molti puntano ad un rinnovamento cercando di mettere in bacheca, con molta difficoltà e resistenza, i dinosauri. 

A livello locale poi abbiamo tanti nuovi rampolli che si vorrebbero o si sono affacciati e si affacceranno alla politica, chiedendo la nostra fiducia per un necessario cambiamento. 
Io personalmente però non vedo tanti leoni dagli occhi azzurri, vedo qualche leoncino, magari sorretto da qualche dinosauro, ma la maggior parte sono gazzelle dagli occhi neri che si travestono per farci credere di essere altro. Peccato, perché ritengo che nella nostra realtà ci siano parecchi leoni che potrebbero reggere bene il ruolo, ma forse ormai sono stanchi e rassegnati, intimoriti ed incapaci di reagire, insomma appiattiti e rassegnati dal lungo letargo che i politici in questi anni ci hanno volutamente indotto.
Mi auguro solo che, pian pianino riprendano fiducia nelle loro capacità ed abbiano il coraggio di riprendersi il posto ed il ruolo che compete loro, perché la savana..ops la città ormai è allo sbando, comandano infatti gazzelle dagli occhi neri, con alle spalle qualche dinosauro, con il risultato che viviamo nel caos.
Mi auguro e spero che i leoni, spinti dall’orgoglio dell’essere Re, tirino fuori gli artigli e che ci riportino all’ordine naturale delle cose. ” Ad Maiora Sergio Cirlinci

 
In alto