Cronaca

Serrati controlli del territorio da parte dei Carabinieri di Mussomeli

Nello scorso mese di gennaio e nei primi giorni di febbraio, l’Arma dei Carabinieri ha eseguito una vasta operazione di controllo delle aree rurali del Vallone.
L’attività posta in essere nell’intera area Nord della Provincia di Caltanissetta, ha interessato i Comuni di Vallelunga Pratameno, Villaba, Marianopoli, Mussomeli, Acquaviva Platani, Campofranco, Sutera, Milena, Bompensiere e Montedoro.

L’operazione è stata eseguita da una task force costituita dai Militari della Compagnia di Mussomeli, dello Squadrone Carabinieri Eliportato “Cacciatori Sicilia”, dal personale del Nucleo Cinofili Carabinieri di Palermo e del 9° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Palermo.
Le perquisizioni ed i controlli eseguiti hanno permesso di affermare la presenza dello Stato anche nei territori più remoti e impervi del Vallone.
Di fondamentale importanza la preparazione e il supporto tecnico dello Squadrone Carabinieri Eliportato “Cacciatori Sicilia”.


Il reparto, istituito nello scorso mese di maggio presso l’Aeroporto Militare di Sigonella, ha tra i compiti istituzionali quello di concorrere con i Reparti dell’Organizzazione Territoriale della Sicilia alle attività sul terreno, forti dell’esperienza maturata in Sardegna ed in Calabria dove i Reparti dei cacciatori perlustrano la Barbagia e l’Aspromonte.

Nel corso dell’operazione tutti i Carabinieri impiegati hanno esercitato una capillare azione di controllo del territorio mediante perlustrazioni, appiattamenti, battute, rastrellamenti e posti di blocco. Sono stati inoltre eseguiti pattugliamenti eliportati e perquisizioni locali e domiciliari.

In alto