All News

Sicilia: UDC Terrana “Dopo tragedia di Genova investire e controllare infrastrutture e scuole”

Sicilia – “Di fronte alla tragedia che ha colpito Genova con il crollo del Ponte Morandi, esprimiamo profonda vicinanza  alle famiglie delle vittime e a quanti sono rimasti coinvolti in questo drammatico evento. Un sentito ringraziamento a quanti si sono adoperati nei soccorsi, ritengo  necessario compiere ogni sforzo perché quanto accaduto non si verifichi mai più, inoltre ci auguriamo che  tutte le responsabilità di questa tragedia  vengano perseguite con il massimo del rigore, non si può pagare un pedaggio è dopo pochi minuti morire, nella giornata del lutto nazionale riflettiamo seriamente e concretamente su quanto occorre fare per evitare il ripetersi di fatti analoghi”. Lo rende noto il coordinatore politico regionale dell’ UDC e Responsabile nazionale Enti Locali Decio Terrana. “La tragedia di Genova, impone una profonda riflessione sulle sulle opere pubbliche italiane realizzate negli anni che necessitano adesso di adeguati controlli. Le strade, le numerose strutture scolastiche spesso obsolete e instabili, oggi presentano numerosi problemi strutturali, occorre garantire la massima sicurezza e adeguati finanziamenti per le ristrutturazioni, i cittadini chiedono risposte concrete sul versante della sicurezza e non proclami, strade, ponti e scuole sono strutture importanti e che hanno un forte impatto con la vita quotidiana, in Sicilia occorre monitorare subito le strutture viarie e scolastiche, inoltre occorre in tempi brevi prendere una decisione definitiva sul ponte Morandi -Akragas di Agrigento creando una viabilità alternativa con un valido progetto rispettoso del paesaggio.”

In alto