News

Snalv Confsal, Morreale: «Viabilità provinciale, che fine hanno fatto i finanziamenti?”

Di appelli in questi anni ne sono stati lanciati fin troppi. Ma, almeno fino ad ora, di risposte neanche l’ombra.

Ed ecco, dunque, che il Dirigente Andrea Morreale, si chiede che fine hanno fatto tutti i finanziamenti di messa in sicurezza delle strade provinciali «Si tratta degli interventi più immediati per il ripristino della sicurezza stradale. Queste somme dovrebbero utilizzarle per andare incontro alle esigenze dei territori e per affrontare quanto prima un’emergenza che sta coinvolgendo sia la collettività  sia le attività produttive».

Allo stesso tempo, però, Morreale, continuando ad intervenire sulla questione, parla di una viabilità «da Quarto Mondo», e chiede agli enti preposti di «intervenire quanto prima sulla questione», affinché la politica dia un «segnale chiaro», dimostrandosi «vicina ai bisogni della gente».

Voglio richiamare l’attenzione sulle ‘ragioni’ che rendono necessario un immediato, e non più procrastinabile, intervento sulla viabilità provinciale sempre più disastrata – dichiara il Dirigente Andrea Morreale – La drammatica situazione dello stato di manutenzione delle strade della Provincia di Caltanissetta necessita di una decisa presa di coscienza di tutti gli Enti sovra provinciali. Una situazione ormai insostenibile. La gente è stanca, siamo al limite della sopportazione. Le strade che ci collegano alla nostra Provincia, versano in condizioni inaccettabili, tanto da potere essere riclassificate non più come strade provinciali, bensì come ‘trazzere’. Una situazione emergenziale che voglio segnalare al Presidente della Regione, per  evidenziare lo stato emergenziale ed il grave rischio per l’incolumità di tutti coloro che giornalmente viaggiano sulle strade provinciali”.

Le ripetute richieste di un intervento mirato alla sistemazione della viabilità non potrà continuare a rimanere inascoltato, sostiene Morreale. La mancata manutenzione della viabilità che si protrae da diversi anni, l’assenza totale di interventi ordinari, il mancato ripristino della pavimentazione si sottolinea, fanno delle strade dei veri e propri corsi d’acqua che “ad ogni pioggia mettono a rischio la vita dei pendolari e di tutti coloro che quotidianamente percorrano queste arterie. Pertanto, l’auspicio è che la Regione Siciliana, al di là delle consuete dichiarazioni di intenti, dia davvero attuazione ad un piano strutturale ed organico di manutenzione delle strade della nostra Provincia, che possa riguardare, non solo le vie di comunicazione principali, ma l’intera rete stradale, in modo tale da consentire la sopravvivenza del nostro amato territorio”.

In conclusione, il Dirigente Sindacale si rivolge agli enti preposti, affinché «prendano i provvedimenti opportuni», dando così una «speranza alla gente del posto» e dimostrando allo stesso tempo che «la politica non è fine a se stessa ma può e vuole fare davvero qualcosa di utile per lo sviluppo economico e culturale di questa terra».

Ricordo infine che l’avvio dei lavori permetterebbe di far lavorare tanti padri di famiglia che oramai attendono da molto tempo delle risposte.

 

In alto