Cronaca

Surgelati di minestrone e di mais a rischio di contaminazione da Listeria

Lidl ha comunicato che per la sola Regione Siciliana, l’azienda belga Greenyard N.V. a titolo precauzionale ha richiamato tutti i lotti e tutte le scadenze dei seguenti prodotti: Art. 79520 “Freshona” Mais surgelato, 450g Codice a barre 20417963 Art. 12105 “Freshona” Mix di verdure surgelate, 1000g – Assortimento Gemüsemix – Mix di verdure Codice a barre 20039035.
Non è possibile escludere che questi possano essere stati contaminati da Listeria monocytogenes. Essa può essere una causa di gravi malattie allo stomaco/intestino (listeriosi) e sintomi simili a un’infezione influenzale. Per alcune persone – come donne incinte, bambini piccoli, anziani e soggetti immunodepressi – la malattia può degenerare in forme anche molto gravi.
A causa di tale rischio per la salute, i consumatori devono prestare molta attenzione a questo richiamo e non mangiare gli alimenti sopra indicati. I prodotti interessati dell’azienda belga sono stati venduti dai supermercati Lidl Italia solo ed esclusivamente nella Regione Siciliana. Per motivi precauzionali, Lidl si è immediatamente attivata ritirandoli dalla vendita.
Tutti gli altri surgelati venduti da Lidl, in particolare quelli del marchio Freshona di altri produttori, non sono interessati dal richiamo.
Lotti di minestrone Findus e lotti di verdure e mais Lidl, sono stati ritirati per il rischio di contaminazione da Listeria. Lo rendono noto le aziende sui propri sito web.

I lotti interessati dal ritiro Findus sono: Minestrone Tradizione da un KG (L7311, L7251, L7308, L7310, L7334); Minestrone Tradizione 400g (L7327, L7326, L7304 e L7303); Minestrone Leggeramente Sapori Orientali 600g (L7257, L7292, L7318, L8011) e Minestrone Leggeramente Bontà di semi 600g (L7306). Chi si trovasse in possesso dei prodotti in questione, è invitato a contattare, per qualunque informazione, il numero verde 800906030 o l’indirizzo mail urgente@findus.it. Il richiamo precauzionale e su base volontaria, precisa infine l’azienda, “si riferisce esclusivamente ai lotti dei prodotti menzionati e non riguarda in nessun modo né altri lotti degli stessi prodotti, né altri prodotti a marchio Findus”.
“La decisione, volontaria e in via del tutto precauzionale, di richiamare questi prodotti – si legge sul sito Findus – è stata presa a seguito della segnalazione della potenziale contaminazione da Listeria di una partita di fagiolini, utilizzati in minima parte all’interno dei prodotti oggetto del richiamo”. La cottura annulla i rischi per la salute.

La listeria è un pericoloso batterio di cui è in corso in Europa un’epidemia che ha causato finora 47 contagi e 9 decessi. “Findus tiene a precisare – prosegue l’azienda – che la categoria dei prodotti oggetto del richiamo prevede il consumo solo previa cottura, come chiaramente indicato sulle confezioni. La cottura del prodotto annulla ogni potenziale rischio per la salute”. (ANSA)

In alto