Lifestyle

Teatro a Montedoro: In scena Giufà

Giufà, personaggio ponte che ha attraversato il tempo, lo spazio e la
storia, sarà protagonista di uno spettacolo teatrale pieno di musica e
colori, che vedrà le luci della ribalta accendersi il prossimo_ 1
DICEMBRE ALLE 21.00 _nel suggestivo teatro comunale di Montedoro. Le
storie di Giufà sono giunte intatte sino ai nostri giorni grazie al
Pitrè, medico palermitano, che col suo carretto ha girato in lungo e in
largo tutta la Sicilia per trascrivere dalla viva voce degli anziani,
più di un secolo fa, le antiche storie di questo bizzarro personaggio.

Un personaggio di cui troviamo testimonianza anche nell’Oriente e in
Africa, un personaggio “ponte” quindi, che ha attraversato il mare
insieme alle merci preziose che giungevano da quel mondo lontano. Oggi,
Giufà, diventa un divertente spettacolo teatrale e musicale, unico nel
suo genere, perché a portarlo in scena la compagnia teatrale _DONNE
INSIEME di_ Montedoro con i ragazzi minori stranieri non accompagnati
della comunità _UN MONDO A COLORI_ di Montedoro, gestita dalla
cooperativa sociale Etnos. Un tuffo quindi nel lontano passato dei
ricordi attraverso cantanti, attori e ballerini che racconteranno le
avventure di questo giovane, talmente stupido da portarsi dietro la
porta di casa, e talmente obbediente da vendere la “tela” ad una
statua.

Uno spettacolo frutto di un percorso di integrazione, fortemente
voluto dalla responsabile della struttura per minori, la dott.ssa Maria
Rosaria Bufalino. Ad accompagnare in questo viaggio speciale
all’insegna del divertimento e della musica, la partecipazione
straordinaria dei “Fusibili”, duo comico, della scuola di danza
“Scarpette Rosse” diretta da Francesca Gallina, del complesso
Bandistico “Vincenzo Bellini” di Montedoro e del cantautore Giacomo
D’Agostini. I costumi sono di un giovane ragazzo nigeriano, Henry G.,
che li ha saputi creare e cucire con maestria, la regia e il
coordinamento di Francesco Daniele Miceli, con l’alto patrocinio dello
SPRAR-  ministero dell’interno e del comune di Montedoro.

Musiche arabe e africane, profumi orientali, danze ritmate e tarantelle
faranno da cornice ad uno spettacolo ricco di colori e di atmosfere.

In alto