News

Al via a Delia servizio di screening e counseling per malati di Alzheimer

E’ partito a Delia il servizio di screening, supporto psicologico e monitoraggio per i soggetti affetti da Alzheimer.

Il servizio è organizzato dal Distretto Socio Sanitario D8 di Caltanissetta di cui il Comune di Delia fa parte.

Lo sportello è aperto, due giorni la settimana, dalla Società cooperativa sociale a r.l. Onlus “Azione Sociale” di Caccamo (PA), presso i locali del municipio di Delia, in via Cap. Lo Porto 1.

<<Lo sportello di counseling psicologico – ha detto il presidente della Società cooperativa sociale, Luigi Baratta – fornisce consulenza, informazione e svolge attività di sensibilizzazione sul territorio. Lo sportello dedicato all’Alzheimer e ad altre forme di demenza, rafforza la capacità dei familiari di affrontare in modo adeguato e consapevole la malattia e promuove una fondamentale solidarietà interfamiliare>>.

<<Si tratta di un servizio di assistenza integrata rivolto ai pazienti colpiti da Alzheimer e ai loro familiari ha detto soddisfatto il sindaco Gianfilippo Bancheri. In questo modo si aiuteranno queste persone, mantenendole il più possibile nel proprio domicilio, per un lungo periodo. Purtroppo a Delia c’è un’incidenza alta di queste malattie. Ad evidenziarlo è stata l’assessora ai servizi sociali Letizia Strazzeri, che ha svolto un’analisi in questo senso rilevando anche i bisogni esistenti. Un plauso va anche al Distretto socio sanitario che ha organizzato nel territorio questo servizio sperimentale che valutiamo non solo utile ma innovativo>>.

La Onlus si avvale di un professionista psicologo esperto nel settore. <<Il progetto Alzheimer – ha detto l’assessora ai Servizi sociali Letizia Strazzeri – mi sta particolarmente a cuore perché ho vissuto anch’io momenti particolarmente difficili nell’assistere un mio familare. A tal proposito non ho avuto il minimo dubbio nel promuovere l’ attivazione di questo servizio. Ritengo indispensabile dare un supporto psicologico a tutti i coloro i quali assistono i loro familiari affetti dall’ alzheimer e da tutte le altre malattie degenerative. In questo progetto ci avvaliamo di un professionista psicologo esperto nel settore che, attraverso i gruppi di mutuo auto aiuto, facilita l’ espressione dei vissuti e la gestione psicoeducativa del paziente attraverso il familiare. Sono soddisfatta delle continue richieste di partecipazione che arrivano perché testimoniano la consapevolezza del familiare dell’ importanza di una migliore qualità di vita>>

In alto