Politica

Alle critiche mosse dai giovani del PD contro l’on. Pagano interviene la Lega di San Cataldo


Giuseppe Torregrossa (foto)


Michele Saetta (foto)

In risposta alle notizie di stampa a firma dei giovani democratici contro l’On. Pagano sui temi della sanità, intervengono il Commissario cittadino di San Cataldo della Lega, Giuseppe Torregrossa e il responsabile dei giovani universitari della Lega Michele Saetta.

“Non ci sorprendiamo che il PD, giovane o anziano che sia, agisca sempre per screditare, perché appartiene al suo DNA, ma arrivare al punto di farsi gli autogol e di fare del male alla nostra città, è stata per noi una simpatica scoperta. Ci è sembrato corretto pertanto, rispondere non solo e non tanto alla loro letterina, ma soprattutto ai sancataldesi che non meritano queste mistificazioni.
Il deputato nazionale Onorevole Alessandro Pagano della Lega Salvini-Premier, può piacere o meno, ma oggettivamente ha sempre lavorato per il bene comune, altrimenti non si spiegherebbero 24 anni consecutivi sempre ad alto livello e al centro dell’attenzione. Negli anni del suo assessorato alla sanità dal 1996 al 1998 per esempio, l’Onorevole riscosse giudizi di parificazione da parte della Corte dei Conti, assolutamente unici e positivi nella storia della nostra regione. Circa la sua sana gestione della sanità, ricordiamo alla città che l’ISMETT, il 118 e l’elisoccorso, solo per fare qualche esempio, sono frutto della sua gestione.
Con riferimento all’ Ospedale Maddalena Raimondi di San Cataldo senza essere esperti, ma soltanto persone di buonsenso, comprendiamo che se furono realizzati Radioterapia, Lungodegenza e Hospice vuol dire che vi era un programma per farlo diventare un Polo di Oncologia.
Dovreste essere contenti e tutti insieme dovremmo lavorare per il completamento e invece per invidia vi fate il sangue amaro. Mah? Che povertà intellettuale!
Avete parlato male pure del miglior sindaco di San Cataldo degli ultimi 25 anni, Raimondo Torregrossa, che fece risorgere la nostra cara città con il Palazzetto dello Sport, lo Stadio in erba, il Cine-Teatro Marconi, il nuovo cimitero e mille altre opere ancora, che sono qui a testimoniarlo, e che ebbe una così conclamata capacità amministrativa da passare alla Regione Siciliana per meriti propri, non certo per meriti di Alessandro Pagano. Dovreste arrossire!
Ma poi siete pure scarsi, perché non conoscete la storia politica nonostante vogliate far politica. Voi dite che i tagli alla sanità, risalgono al 2009. Esatto! Ma chi era il governatore? Raffaele Lombardo, il quale fece il ribaltone e governò con il PD dal 2009 fino al 2012. E il suo successore chi fu? Rosario Crocetta, del Pd, che governò fino al 2017. I tagli alla sanità li ha fatti proprio il vostro partito e avete pure la presunzione oltre all’ignoranza di volerli addebitare ad altri. Da morire dalle risate!
Come potete infine pensare, dopo tutte queste sciocchezze che avete elencato, di chiedere all’unico politico, che ha portato nella nostra città la Lega dallo zero al 33%, delle Elezioni Europee dello scorso anno contribuendo a far eleggere anche una Europarlamentare, di mettersi da parte? San Cataldo e tutti i tanti giovani che lui in umiltà ha saputo mettere assieme valorizzandoli come un allenatore guida una squadra di giovani promesse, non lo consentiranno.
Cari diversamente giovani del PD (giovani anagraficamente ma vecchi mentalmente), ascoltate noi giovani della Lega: servono persone che sappiano costruire il futuro e non che diffamino perché non sanno far altro. Questo è il nostro augurio per voi, perché anche il dibattito politico ne possa guadagnare”.
Cosi concludono Giuseppe Torregrossa Commissario cittadino e Michele Saetta responsabile dei giovani universitari, della Lega- SalviniPremier di San Cataldo.

In alto