Cronaca

Appiccano Incendio al vecchio Mattatoio Comunale: 3 romeni denunciati dai Carabinieri

I Carabinieri della Sezione Radiomobile del Reparto Territoriale di Gela hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica, nel corso della notte, 3 cittadini di nazionalità romena, aventi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, disoccupati. Durante il controllo del territorio nelle zone particolarmente sensibili della città, i Carabinieri notavano che dall’interno del complesso di proprietà comunale sito in via Generale Cascino, noto per aver ospitato anni addietro il Mattatoio Comunale, provenivano delle fiamme tali da far pensare che ivi vi fosse scoppiato un incendio. Avvicinandosi al capannone in cui l’incendio era divampato, i militari operanti trovavano un altro soggetto di origine romena, 46 enne, senza fissa dimora e disoccupato, il quale riferiva che 3 suoi connazionali avevano dato fuoco ad una stanza, situata all’interno di uno dei capannoni insistenti nel perimetro dell’ “Ex Mattatoio”, in cui egli dimorava. Una volta che lo stesso M.Z. si avvicinava ai tre per chiedere il motivo di tale gesto, gli stessi, attraverso una bomboletta spray, usata come nebulizzatore di liquido infiammabile, ed un accendino, tentavano di attingere il M.Z. con una vampata. Questo, intimorito, scappava e chiedeva aiuto, trovando la pattuglia che ivi transitava. Subito i militari, accertatasi degli eventi occorsi, fermavano i 3 romeni che venivano deferiti in stato di libertà per il reato di danneggiamento seguito da incendio. Il controllo del territorio, anche in questo caso, ha dimostrato la sua efficacia nel contrasto all’illegalità poiché, grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri, si è impedita la fuga dei soggetti rei dell’incendio divampato e che le fiamme, di proporzioni importanti, potessero raggiungere i capannoni attigui a quello danneggiato.

In alto