Politica

Azzurra Cancelleri: interrogazione per salvare il Presidio di Polizia di Niscemi

“Il tasso di criminalità in Sicilia aumenta e lo Stato cosa fa? Taglia le spese sulla sicurezza e sfratta i presidi di legalità”. Lo dice Azzurra Cancelleri, deputata alla Camera del Movimento 5 Stelle che ha depositato un’interrogazione al ministro dell’Interno per chiedere “interventi urgenti” dopo la paventata chiusura, causa rischio sfratto, del presidio di Polizia a Niscemi in provincia di Caltanissetta. “È forse questa la presenza certa dello Stato tanto assicurata da Renzi? – si chiede la Cancelleri -. Come pensa il Governo di garantire sicurezza e serenità a un cittadino e alle imprese di un territorio, se non riesce neppure a dare certezza della presenza di un commissariato?”.

“Indubbiamente la criminalità aumenta, anche a causa della crisi ma ciò non toglie che buona parte di responsabilità sia dovuta ad un mancato controllo del territorio legato a diversi fattori, in primis alla mancanza di mezzi e di risorse umane, oggi tra le principali criticità delle forze dell’ordine. A questo si aggiunga  – prosegue la Cancelleri – che buona parte del personale di polizia ha superato l’età media dei 45 anni e non gode di incentivi remunerativi e di carriera. Per non parlare dei governi che si sono succeduti negli ultimi 10 anni che hanno effettuato tagli alla sicurezza per svariati miliardi e mai ai pregi e privilegi. Le forze dell’ordine sono ancora in attesa di un riordino delle carriere: negli uffici di polizia, per esempio, mancano gli uomini per effettuare regolari turni nell’arco delle 24 ore”.

“La sicurezza deve essere prioritaria per lo Stato – ancora la Cancelleri-. Non si può tagliare solamente per poi intervenire in via emergenziale. L’eventuale chiusura del commissariato di Niscemi è una sconfitta per lo Stato e per i cittadini che hanno sete di legalità e rivendicano il rispetto dei diritti e delle regole per cui necessita l’intervento ordinario delle forze dell’ordine. Ho chiesto con forza al Governo di scongiurare ogni rischio chiusura. Ci si adoperi al più presto – e il Governo faccia la sua parte – per trovare una sede idonea per il corpo di Polizia di Niscemi. Assicuro sin d’ora il mio impegno in aula perché questo allarme rientri al più presto – conclude la Cancelleri -. Agli agenti giunga la mia solidarietà perché continuino, nonostante le annose difficoltà, con la stessa abnegazione a lavorare sul territorio di Niscemi”.

In alto