Politica

Caltanissetta. Aiello (LEGA): “Il M5S mente oppure non sa cosa vota”

Il Consigliere comunale Oscar Aiello, Capogruppo a Palazzo del Carmine e Commissario provinciale della Lega, così replica al M5S di Caltanissetta in merito all’aumento compensi dei Revisori dei Conti: Su questa vicenda sto leggendo troppe corbellerie, alcuni continuano a mentire in mala fede…pur di giustificare l’aumento voluto dal M5S. Pertanto facciamo un pò di chiarezza, spiegando la differenza tra: Legittimità di un atto e la sua opportunità; Atto dovuto ed atto facoltativo. Un atto è legittimo quando è conforme a norme giuridiche, in estrema sintesi: la legge lo consente, si può fare. Un atto è invece opportuno se è adatto alle condizioni del momento, alle necessità, se è adeguato alla circostanza. Insomma, se è il caso di farlo…o non farlo in quel determinato momento storico. Nel caso che ci riguarda: l’aumento votato dal M5S è un atto legittimo (perchè non contrario a norme giuridiche), ma pur essendo legittimo è inopportuno (perchè adottato in questo momento storico di emergenza sanitaria ed economica). Un atto è poi dovuto quando è obbligatorio, non c’è possibilità di scelta, va adottato…e basta! Un atto è invece facoltativo quando c’è possibilità di scelta, si può optare tra compiere o non compiere quell’atto. Come scritto a pagina due della Proposta di deliberazione n. 45 del 06/08/2020, era FACOLTA’ e non obbligo aumentare i compensi. Pertanto il M5S, votando l’aumento, ha compiuto un atto sì legittimo, ma inopportuno assumendosi la responsabilità di quella scelta, che non essendo obbligatoria, ma FACOLTATIVA, è stata una scelta di natura prettamente politica.
Tanto è vero che la proposta non proviene direttamente dagli Uffici, ma al Dirigente è stato chiesto dal Capo del Gruppo Consiliare del M5S con prot.74220 del 03/08/2020 (vedasi pag.1 della summenzionata Proposta di Deliberazione). Adesso invece qualcuno del M5S sta tentando (con dolo) di scaricare la responsabilità dell’aumento sul Dirigente, quando invece sanno benissimo che sono stati i Revisori dei Conti a sollecitare l’aumento al Presidente della IV Commissione, che poi a sua volta ha coinvolto l’intero M5S (vedasi verbale della IV Commissione Consiliare del 31/08/2020). Chi riveste un ruolo istituzionale come quello di Consigliere Comunale dovrebbe conoscere le summenzionate differenze, altrimenti sono due le cose: E’ in malafede e vi prende in giro, oppure è ignorante e non sa ciò che fa.

Lascio ai nisseni le conclusioni finali.

In alto