Cronaca

Caltanissetta: al Liceo A. Volta la II edizione di “Miele di maggio”

Una variegata kermesse incentrata sulle esperienze culturali e civili che animano la città di Caltanissetta e sul significativo ruolo che il Liceo Scientifico Volta, fin dalla sua istituzione, ha assunto in questa: questa la formula che sintetizza lo spirito di Miele di Maggio, l’evento culturale, giunto alla sua seconda edizione, realizzato dalle docenti Romina Restivo, Adriana Valenza, Agata Trovato, Giuseppe Di Martino con il coordinamento della prof.ssa Paola Fazia, collaboratrice della Dirigenza.

La manifestazione, presentata dagli studenti Giuliano Guarino, Marta Caruana e dall’ex allievo del Volta Giulio Scarantino, ha proposto gli interventi di alcuni rappresentanti della cultura nissena del presente e del passato: Ettore Garozzo, lo staff di Radio CL1, della libreria Ubik e della neonata eCLettica, i volontari del Centro Alzheimer e della Caritas, le storiche squadre di pallavolo e di basket del Volta e gli atleti paraolimpici Cristiano Campione, Mauro Andaloro e Laura Sciacca.

Tutti gli interventi sono stati finalizzati a sviluppare il tema di fondo di  Miele di Maggio, quello della bellezza celata dalla routine quotidiana, dai luoghi comuni che impediscono di valorizzare le eccellenze e le risorse locali. Una bellezza a tutto tondo, da riscoprire in tutte le sue declinazioni, collegando il presente ed il passato; ne sono state un esempio significativo le suggestive foto di Ettore Garozzo scattate nel centro storico nisseno, l’attività culturale svolta da Radio CL1 e dalla libreria Ubik, la promozione della cultura sportiva rappresentata da campioni nisseni, vecchi e nuovi, le fresche energie sprigionate dalle associazioni di volontariato, come quella che si occupa delle persone affette dal morbo di Alzheimer, con cui una classe della scuola, guidata dalla docente Trovato, ha realizzato un’emozionante esperienza e dal progetto eCLettica, artefice di un nuovo centro di aggregazione giovanile.

Molto gradita anche l’esibizione dell’orchestra del Volta diretta dal Maestro Paolo Intorre che, aperta la manifestazione con l’inno di Mameli, ha proposto brani di musica classica; ad arricchire la colonna sonora di Miele di Maggio anche i brani vintage cantati dagli stessi studenti del liceo e la mostra dei lavori pittorici realizzati dagli studenti del laboratorio d’Arte, coordinato dalle docenti Duminuco e Presti, ospitata all’ingresso dell’Auditorium.

 Non sono mancate le sorprese, come il premio conferito dalla scuola e consegnato dai professori Michele Saporito ed Anna Maria Lo Piano, già docenti dell’istituto, allo studente maturando Giuliano Guarino, per il validissimo e costante contributo personale con cui ha arricchito la vita dell’istituto; altri momenti clou dell’evento sono stati il video-messaggio della cantautrice nissena Manuela Paruzzo, il cui pseudonimo Miele ha ispirato dallo scorso anno il titolo della manifestazione ed il premio a sorpresa consegnato dagli studenti rappresentanti d’istituto Alessandro Cigna, Elia Campione, Giuliano Guarino e Marco Arnone al Dirigente Scolastico prof. Vito Parisi che, nel suo intervento, ha esposto alcune riflessioni sul ruolo della scuola, sulle difficoltà intrinseche alla professione docente nella nostra epoca, sulla necessità di sinergia tra tutte le componenti dell’universo scolastico, famiglie in primis. Il Dirigente si è complimentato con i quattro studenti rappresentanti per il costruttivo rapporto di collaborazione instaurato con la Dirigenza, citando un aforisma che sintetizza il denominatore comune di Miele di Maggio: “La bellezza va insieme al bene”.

In alto