Cronaca

Caltanissetta, alla guida privo di patente fugge a piedi alla vista della polizia, dopo aver abbandonato l’auto. Rintracciato e denunciato per resistenza a pubblico ufficiale

Denunciato anche un trentenne, che gli aveva prestato il mezzo, per incauto affidamento dell’auto e simulazione di reato. Questi aveva denunciato il furto del mezzo, ma è stato tradito dai messaggi Whatsapp.

I poliziotti della sezione volanti hanno denunciato alla locale Procura della Repubblica due nisseni: un ventitreenne, per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e un trentenne, per incauto affidamento dell’auto e simulazione di reato. Una volante della Polizia di Stato, nel corso dei servizi di prevenzione e contenimento al covid-19, ha intercettato un’autovettura in transito condotta da un ventitreenne, conosciuto agli agenti, poiché gravato da pregiudizi di polizia per reati concernenti gli stupefacenti e avvisato oralmente dal Questore di Caltanissetta. Il predetto alla vista degli agenti, nonostante l’intimazione di fermarsi, si è dato alla fuga, prima con il mezzo, e dopo a piedi, abbandonando l’autovettura con il motore acceso e la portiera aperta. I poliziotti, nel corso dell’inseguimento appiedato, hanno notato che il giovane, che è riuscito a dileguarsi, tratteneva qualcosa con le mani sotto il giubbotto. Il fuggiasco, che è stato rintracciato poco dopo nei pressi della sua abitazione, ha riferito ai poliziotti di essersi fatto prestare l’auto dall’amico per farsi un giro e di essere fuggito alla loro vista per paura di essere denunciato. Quest’ultimo oltre alla denuncia penale è stato quindi sanzionato per guida senza patente e per violazione delle misure di contenimento del Covid-19. Il trentenne, che in un primo momento, aveva formalizzato la denuncia di furto del proprio mezzo, è stato tradito da un messaggio Whatsapp, inviatogli dal ventitreenne, dal quale si evinceva il prestito dell’auto. Nel corso della perquisizione eseguita nell’abitazione del ventitreenne, gli agenti hanno sequestrato un sacchetto, contenente 24 grammi di marijuana, nascosto sotto il terriccio di un vaso ubicato nel vano scala, circostanza questa che giustificherebbe la forsennata fuga del giovane.

In alto