Cronaca

Caltanissetta. “Laboratorio dei sogni” risponde alla replica dell’Amm. Comunale e chiede un incontro con la diretta sui social

Risposta alla replica dell’ Amministrazione Comunale

Il Direttivo dell’Associazione Cinematografica e Culturale “Laboratorio dei Sogni” senza scopo di lucro di Caltanissetta a seguito della replica dell’Amministrazione comunale, che riporta le seguenti affermazioni:
“…Il contributo è stato sempre erogato dopo l’approvazione del bilancio di previsione e anche quest’anno, così come era stato spiegato agli organizzatori, lo schema di bilancio in via di definizione avrebbe previsto lo stesso contributo” (Fonte stampa) dichiara:
-che a seguito dei molteplici incontri tra il Sindaco Dott. Giovanni Ruvolo e l’Assessore alla cultura Arch. Pasquale Tornatore è stato comunicato verbalmente agli organizzatori che non sono garantiti i 18.000 Euro, ma sono solo garantiti per la 9 edizione Euro 4.000; a tale affermazione, al Sindaco e all’assessore veniva comunicata la volontà eventuale degli organizzatori di trasferire in altra sede per questa edizione il Festival per non perdere la storicità dell’evento e per assolvere agli impegni assunti con i numerosi registi iscritti alla nona edizione;
-che alla data odierna 26 febbraio 2019 non è stato ancora liquidato il contributo della 8 edizione del Kalat Nissa Film Festival e per tale ragione l’Associazione paga alti tassi di interesse sulla scopertura bancaria;
-che il fatto non sussisterebbe e la volontà di spostare il festival in Veneto sarebbe nulla se il contributo dell’Amministrazione comunale fosse di 18.000 Euro come negli altri anni;
-ed infine che l’Associazione Cinematografica e Culturale “Laboratorio dei Sogni” senza scopo di lucro ha finora avuto il contributo secondo i criteri, le modalità e le procedure dettate dal Regolamento comunale per la disciplina della concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari per l’attribuzione di vantaggi economici” approvato con delibera di C.S. n. 142 del 13.10.1999 secondo cui il contributo del Comune può essere erogato fino al 50% delle spese dell’intero progetto culturale, ciò vuol dire che l’Associazione per ottenere un contributo di 18.000 Euro ha speso almeno Euro 36.000. Il Presidente dell’Associazione Cinematografica e Culturale Laboratorio dei Sogni con tutto il suo direttivo chiede un incontro pubblico con il Sindaco e l’Amministrazione con una diretta sui social per chiarire a tutta la cittadinanza tale questione.

Fernando Barbieri

In alto