Cronaca

Caltanissetta. Pignataro (ISPEDD): Servizi di sostegno agli alunni disabili senza interruzioni

Dovrebbero ripartire regolarmente giovedì prossimo al suono della campanella i servizi scolastici destinati agli alunni e alunne disabili a partire dalla scuola dell’infanzia fino alla secondaria di secondo grado.
Per la secondaria di secondo grado sarebbe la prima volta che i servizi scolastici per disabili partano in coincidenza con l’avvio delle lezioni, previsto dalla circolare assessoriale regionale per giorno 12 settembre.
I servizi offerti agli studenti e studentesse disabili per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado, di competenza del Comune, sono l’assistenza igienico-personale e all’autonomia e comunicazione. Per l’anno scolastico 2019/2020 il numero degli alunni/e che usufruiranno dei servizi sono passati da 51 a 102. soltanto nel capoluogo nisseno.
Per la secondaria di secondo grado i servizi erogati, di pertinenza del Libero consorzio comunale, sono, invece, tre. Oltre, infatti, all’assistenza igienico-personale e all’autonomia e comunicazione è previsto il servizio di trasporto.
Gli studenti e studentesse disabili della secondaria di secondo grado, che per il nuovo anno scolastico usufruiranno a livello provinciale dei suddetti servizi, saranno 240 (132 erano appena tre anni fa).
Per il momento i servizi scolastici per gli studenti degli Istituti superiori della provincia nissena dovrebbero essere erogati fino al 30 settembre, in attesa che l’Assessorato della Famiglia, politiche sociali e lavoro e il Dipartimento regionale della famiglia e politiche sociali ridefinisca le somme necessarie per consentire di portare avanti l’erogazione dei servizi fino al mese di dicembre, trascorso il quale le somme occorrenti per la seconda parte dell’anno scolastico verranno inserite nel nuovo bilancio regionale.
I 19.150.000,00 euro, stanziati in sede di approvazione del bilancio regionale per l’anno 2019, sono infatti apparsi subito insufficienti a soddisfare il fabbisogno delle nove provincie siciliane. Pertanto la Regione con la nota protocollare n.19083 ha fatto sapere che ai sensi della Legge regionale 22/02/2029 saranno previste ulteriori somme pari a 12.850.000,00 euro, le quali però risulteranno disponibili solo a seguito della definizione dei bilanci delle Aziende sanitarie e dell’autorizzazione da parte del Tavolo ministeriale della salute e del Ministero di economia e finanza.
“Ci auguriamo – fanno sapere dal Libero consorzio nisseno – che le somme residuali che ci verranno erogate per i servizi scolastici ai disabili fino a dicembre risultino sufficienti a coprire il nostro fabbisogno che è pari ad 1.500.000,00 euro, altrimenti sarà un grosso problema, nonostante la Regione abbia tenuto ancora una volta a puntualizzare che qualunque sospensione del servizio pubblico di assistenza degli alunni/e disabili resta di nostra esclusiva responsabilità”.
“Bisogna fare di tutto – afferma Maria Grazia Pignataro, presidente dell’Ispedd (Istituto per i disturbi pervasivi dello sviluppo e autismo) – per scongiurare il pericolo di continue sospensioni dei servizi scolastici per l’a.s. 2019/2020, che rappresentano la lesione di diritti sanciti dalla nostra Costituzione e quindi perseguibili penalmente”.

In alto