Eventi

Caltanissetta. Presentato il romanzo della scrittrice nissena Farruggia Margherita Vincenza, dal titolo “La ragazza e l’uomo invisibile- La lotta finale”.



Si è svolta venerdì pomeriggio, presso la libreria Ubik di Caltanissetta, la presentazione del libro “La ragazza e l’uomo invisibile-La lotta finale”. Il romanzo, sequel del primo dal titolo “La ragazza e l’uomo invisibile”, conclude la storia dalle tinte gialle e fantasy. All’incontro molto partecipato da curiosi ed uditori, erano presenti la Relatrice e Giornalista Marcella Sardo e il Cantautore nisseno Luigi Salvaggio e tra gli ospiti il Vice Sindaco Samanda Ministeri insieme al Sindaco di Vallelunga Tommaso Pelagalli. Il romanzo – ha raccontato la scrittrice nissena – è enigmatico e coinvolgente, perché nel completare il primo ospita al suo interno molti colpi di scena, inaspettati e forse desiderati, perché per chi ha letto il primo potrà scoprite la radice del male con intrecci davvero appassionanti.”Dopo quel viaggio meraviglioso nei meandri più misteriosi della vita degli splendidi personaggi, dopo amori nati nell’impossibilità, con protagonisti appartenenti a due mondi diversi, potrà l’amore superare ogni male e sarà capace di abbattere le barriere del tempo, oltre la vita, oltre la morte?”.
“Lily era stata lasciata in quel luogo deserto e buio, nel silenzio ridondava il pianto disperato, gridava con tutte le sue forze, forse con la speranza che il suo amore potesse sentirla, proteggerla e accorrere come aveva sempre fatto, ma … dopo le violenze inaudite e i risvolti oscuri – conclude la scrittrice – che stavano combattendo senza posa per impossessarsi di quella vita, cosa succederà, quale sarà l’esito di quella lotta finale e chi vincerà?”.
Lily pur fragile conserva all’interno una grande forza, che le permette di combattere, aiutata dalle persone che la amano e ritrovare e riprendere la sua vita – ha commentato la relatrice Marcella Sardo – che ribadisce ancora la particolare cura che è stata usata dalla scrittrice per descrivere nei minimi dettagli i vari personaggi, anche quelli minori, raccontando fatti di vita quotidiana; non meno tempo è stato speso per per l’antagonista, di cui si scoprirà dalla sua nascita, la motivazione della sua cattiveria e di tutto il suo odio, che certamente è legato a delle motivazioni serie, che hanno segnato il suo vissuto. Per finire la Relatrice ha sottolineato come la scrittura sia diretta, perché consente al lettore di immedesimarsi con molta facilità all’interno della storia, come se la vivesse in prima persona. Al momento degli interventi, il Sindaco di Vallelunga Tommaso Pelagalli, ha speso parole di affetto ed apprezzamento per uno dei temi trattati dall’autrice, il tema dell’amore, perché ancora più forza è data in questo secondo libro a questo sentimento,in tutte le sue forme, un amore in grado di spostare le montagne dell’orgoglio,del male e dell’indifferenza, per raggiungere i luoghi giù bui e nascosti presenti nell’animo umano. Importanti questi incontri e importante è sostenere gli scrittori della nostra terra che investono il proprio tempo e la propria energia in un progetto culturale notevole per il messaggio che vuole lasciare – come ha sottolineato la scrittrice – il cui unico desiderio è quello di diffondere emozioni che aprano sempre alla speranza, in qualunque situazione l’uomo può venirsi a trovare, specie in una società che vive una particolare sofferenza che spiazza, acceca e molte volte paralizza.

In alto