Cronaca

Caltanissetta. Sorbetto, lettera aperta al Presidente Musumeci: l’Antenna Rai del Monte Sant’Anna patrimonio del Comune

“Riorganizziamo e Risaniamo il turismo per lo sviluppo economico affinché, si possa risanare la Sicilia”: è questo l’appello che mi sento di rivolgere a Lei Sig. Presidente della Regione Sicilia, On. Nello Musumeci che dal 7 novembre 2017 ha l’onore e l’onere di governare questa regione tra le più belle e difficili d’Italia. Una terra che nel mondo è più amata che odiata, più apprezzata che chiacchierata, in cui il malgoverno prevale sul buon governo, in cui la sua gente è singolarmente operosa, creativa, generosa ma priva di quell’identità collettiva che rende un popolo orgoglioso e determinato. Ho motivo di ritenere, da cittadino pensante e non certo da politologo, che il compito affidatole da una fetta consistente di siciliani sarà piuttosto complesso, ma non potrà certo essere più rinviabile. Proponga ai suoi Alleati e alla rinnovata Assemblea Regionale siciliana “un’alleanza strategica in nome del turismo”. Si faccia dell’ospitalità, dell’accoglienza, della mobilità, della vivibilità, del benessere l’asse centrale di un’azione di governo su cui far ruotare un programma di sviluppo della nostra Regione. Sull’ipotesi di sviluppo di questo settore si possono trovare più elementi di condivisione che di divisione, sui quali costruire una serie di opportunità anche per i nostri giovani insieme ad un futuro di benessere diffuso. Già in passato e continua anche nel presente la mia opera di sensibilizzazione affinché l’Antenna Rai di Monte Sant’Anna possa entrare nel patrimonio del Comune di Caltanissetta in “primis” è in “secundis” sensibilizzare i cittadini affinché attraverso di essa, si possa creare un circuito virtuoso di sviluppo economico è un’alleanza strategica in nome del turismo tecnologico (museo), culturale e religioso. Oggi, la ripropongo a Lei Sig. Presidente chiedendogli a gran voce che questo nuovo Governo si dia una visione complessiva e condivisa, e ce ne renda partecipi, da trasformare in azioni concrete e puntuali di strategie, programmazione, commercializzazione, comunicazione, marketing, applicate su basi professionali e… non amicali. Ci auguriamo caro Presidente che con questa ventata di novità possano concretizzarsi i buoni propositi contenuti nel Suo programma di governo, della difesa della legalità, del rilancio della produttività e della competitività delle imprese siciliane, della valorizzazione delle risorse naturali agricoltura e pesca, dei beni culturali e del turismo, che sono poi le enormi e potenziali ricchezze della Nostra Sicilia.                                                                         Carlo Sorbetto

In alto