All News

Caltanissetta. Sorbetto: L’importanza della memoria storica locale

Riceviamo:
I giovani di oggi sono come un gregge che non sa cosa sia ieri e nemmeno cosa sia oggi. La maggior parte dei giovani ormai vive nel presente perpetuo nel quale “manca ogni rapporto con il passato storico del tempo in cui essi vivevano”. Gli storici non devono essere solo cronisti e compilatori di memoria ma, devono riuscire a far capire, che cercare nel passato la spiegazione e le radici, le cause remote o vicine dell’evoluzione e degli eventi di oggi, è l’unico strumento che abbiamo per tentare di orientarci e di comprendere quello che ci circonda. Solo così saremo dei “nani che camminano sulle spalle di giganti”. I giganti sono le nostre storie passate. I nani siamo noi che con la vista assai debole possiamo con il loro aiuto andare al di là della memoria e dell’oblio. Pertanto, mi permetto di invitare il Dr. Roberto Lagalla, Assessore Regionale all’Istruzione e della Formazione professionale, di rimodulare la programmazione didattica che integri nel quadro storico generale gli aspetti locali.
Carlo Sorbetto

In alto