Politica

Comune di Caltanissetta: sarebbe giusto avere un “semestre bianco”

Riceviamo:

Perché lasciare agli eredi le patate bollenti di progetti imponenti ancora da avviare? Nell’ultimo semestre ci si limiti all’ordinaria amministrazione. Un semestre bianco anche per i sindaci. Quella che può sembrare una provocazione (in parte lo è), in realtà nasconde molta sostanza. Non tutte le situazioni si somigliano: ci sono sindaci propensi ad una ricandidatura ed altri che per forza di cose dovranno mollare la poltrona.

Se nel primo caso gli ultimi mesi rappresentano un trampolino di lancio per la successiva esperienza (nonostante la rielezione non sia garantita), è quantomeno inopportuno che, giunto alla fine del mandato, un primo cittadino getti le basi pure per il lustro a venire. Nell’ambiente quirinalizio, il semestre bianco impedisce al Capo dello Stato di sciogliere le Camere nell’ultimo semestre di carica.

Il consiglio sarebbe quindi quello limitarsi all’ordinaria amministrazione: copertura di buche, pulizia di strade e marciapiedi, sicurezza per i cittadini durante il conferimento della differenziata, lotta al degrado. I cittadini ringrazierebbero così, chi sarà chiamato a governare nel 2019. Carlo Sorbetto

In alto