Politica

Coronavirus, chiusura call center, Mancuso (FI): “Bene Almaviva ma altri facciano lo stesso per spegnere il fiammifero dentro un pagliaio”

“Prendiamo atto che il nostro appello fatto in questi giorni alle Istituzioni e Aziende private abbia sortito l’esito sperato. Qualcuno, come Almaviva Palermo, ha deciso di sospendere le attività e adottare misure di smart working. Non è però sufficiente: occorre che tutti i call center privati corrano ai ripari e chiudano tutto per almeno 2 settimane”. Così il deputato di Forza Italia all’Ars, on. Michele Mancuso, il primo ad aver lanciato l’allarme sulla situazione dei call center a seguito delle nuove misure di contenimento del Covid-19.

Per tale motivo – conclude il Parlamentare – ho grandi perplessità per quanto sta accadendo ad esempio alla Telecontact center (Telecom) di Caltanissetta, poiché riteniamo che le misure adottate, in linea con i livelli essenziali stabiliti, certamente comportano un assembramento di persone paragonabile a un fiammifero dentro un pagliaio. Vero è che stanno provvedendo con il lavoro da casa, ma quali sono i tempi per organizzarlo? Qui ci giochiamo tutto nei prossimi 15 giorni. Buon senso vuole che lasciamo tutti a casa e poi si parte con il telelavoro”.

In alto