News

Cral giustizia: premiazione concorso presepe e consegna borse studio

Venerdì 28 aprile, nella splendida cornice dell’Aula Saetta-Livatino del Palazzo di Giustizia di Caltanissetta, si è tenuta la cerimonia di premiazione del concorso “Il presepe negli uffici giudiziari – edizione 2016”.

Preliminarmente il presidente del CRAL Giustizia Caltanissetta, Calogero Occhipinti, ha tenuto a ringraziare il. Presidente reggente della Corte di Appello di Caltanissetta, d.ssa Maria Giovanna Romeo, la quale ha concesso l’utilizzo dell’Aula per lo svolgimento della manifestazione, e tutti gli uffici giudiziari che hanno partecipato al concorso dimostrando, in tal modo, una volontà di aggregazione da parte di dipendenti e magistrati e auspicando che nelle future edizioni del concorso si aggreghino anche altri settori dell’ambito giudiziario come le varie branche della polizia giudiziaria e penitenziaria, delle avvocature dello Stato e dei Consigli dell’Ordine.

LOVETEREsmallDurante la medesima cerimonia, si è provveduto alla consegna delle borse di studio ai figli dei soci vincitori del concorso indetto nel 2016 e sono risultati destinatari:

per la scuola primaria: Mangione Flavia Maria assegno di euro 100,00

per la scuola di primo grado: Ballacchino Francesco assegno di euro 150,00

per la scuola di secondo grado: Mazza Sofia assegno di euro 200,00

tutti gli assegni sono stati messi a disposizione dal CRAL Giustizia.

Successivamente si è proceduto alla consegna delle targhe ai componenti la Commissione giudicatrice (padre Antonio Lovetere e prof. Vincenzo Falzone) dei presepi allestiti dagli uffici giudiziari partecipanti e delle coppe ai vincitori che sono:

MAZZAsmall1° premio: Tribunale Minorenni con la seguente motivazione: Curato in tutti i particolari, contestualizzato con la realtà dove magistrati e dipendenti si trovano a lavorare, ma con la finalità di correzione dei minori per ricondurli ad una vita “normale”. Colpisce l’accoglienza dell’Angelo all’ingresso della stanza come a voler significare l’annuncio della nascita di Gesù.

2° premio alla Corte di Appello con la seguente motivazione: Interessante la ricostruzione di una “figuredda” ricordo dei tempi che furono. Bella l’ambientazione che rievoca la nostra fanciullezza.

3° premio al Tribunale – sez. civile – Caltanissetta con la seguente motivazione: Presepe in terracotta inserito in libri di giurisprudenza, a significare che Gesù è venuto sulla terra per dare giustizia agli oppressi e sanare le ingiustizie.

Una menzione speciale è stata assegnata alla Procura della Repubblica con la seguente motivazione: Curata l’ambientazione e il paesaggio che richiama il medio oriente e scenari della nostra Sicilia.

In alto